Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Oltre il 90 per cento degli imprenditori agricoli italiani (nove su dieci) denuncia ostacoli e difficolta' per la propria attivita' a causa dell'opprimente burocrazia e chiedono, quindi, una semplificazione amministrativa e fiscale che e' ritenuta come fattore indispensabile per lo sviluppo. Sta di fatto che, proprio a causa di questo ''peso'', il 34,3 per cento delle aziende agricole del nostro Paese ha rinunciato, nel 2008, ad assumere nuovo personale, il 25,5 per cento ha messo da parte progetti di ammodernamento, innovazione e ricerca, il 21,5 per cento non ha compiuto alcun tipo di investimento, il 18,7 per cento e' stato costretto a ridurre le coltivazioni. E' quanto emerge da una ricerca effettuata dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori a livello territoriale che e' stata presentata oggi a Roma in occasione della tavola rotonda sulla semplificazione normativa in agricoltura.

Aumentano i bocciati nelle scuole superiori. Secondo i primi dati pervenuti al Ministero dell'Istruzione sugli scrutini, il numero dei non ammessi agli esami di maturità e alle altre classi della scuola superiore sarebbero aumentati dell'1,6%.

Un ex trasportatore di autobotti denuncia che le raffinerie forniscono ogni giorno gasolio e benzina riscaldati che poi si raffreddano e diminuiscono di volume, quindi di litri. Secondo il denunciante basta toccare le cisterne che escono dalle raffinerie per scoprire che sono molto calde. La denuncia non è campata in aria, poiché benzina e gasolio riscaldati aumentano di volume e quindi i contatori segnano più litri di quelli effettivamente usciti dalla raffineria.

Sostenere lo sviluppo del libero mercato nel settore del gas: questo il principale obiettivo del ‘Testo integrato delle attività di vendita al dettaglio di gas naturale e di GPL, approvato dall’Autorità per rimuovere eventuali distorsioni del mercato, promuovere la concorrenza ed accrescere la trasparenza, con benefici per le imprese e i consumatori.

“No alla vendita di farmaci da banco senza farmacista”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando il dibattito in corso sulla liberalizzazione del mercato.

Il 14 giugno è partito il nuovo orario di Trenitalia e insieme a questa novità ce n'è un'altra che non piace molto ai Consumatori e cioè il passaggio dal "biglietto aperto" al biglietto con obbligo di prenotazione su tutti i treni a media e lunga percorrenza (Espressi, Intercity Notte e Intercity, categoria che assorbirà anche gli attuali Intercity Plus). In tal modo vengono penalizzati i passeggeri con ulteriori aumenti del prezzo del biglietto e che, accanto ad artifici promozionali limitati nel tempo, introducono ulteriori balzelli sul prezzo".

Si chiama ''Dimmiquando'', e consente di scegliere in quale giorno della settimana ricevere Raccomandate e Assicurate, dal lunedi' al sabato. E' il nuovo servizio di Poste Italiane pensato per chi e' spesso fuori casa e per gli studi professionali o gli uffici aperti solo in determinati giorni, che possono cosi' indicare quando c'e' qualcuno per ricevere la corrispondenza.