Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Sono difficili i rapporti tra vicini di casa. Ogni anno le nuove liti 'condominiali' portate davanti al giudice di pace sono 184 mila, nella stragrande maggioranza dei casi (66%) il contenzioso e' legato alle spese.

I titoli di studio più richiesti dalle imprese sono quelli dei laureati in economia, mentre fra i diplomi spiccano soprattutto quelli a indirizzo amministrativo e commerciale. Nel 2009 il sistema produttivo nazionale da un lato contiene le prospettive occupazionali, dall'altro alza il livello qualitativo delle assunzioni. Su 523mila assunzioni complessive programmate entro il 2009 dalle imprese di tutti i settori economici, 62.460 sono destinate a laureati e 221.830 a diplomati. Questi titoli di studio accrescono la propria incidenza sul totale delle assunzioni: rispetto al 2008 le lauree rappresentano infatti quasi il 12% delle richieste delle imprese (erano il 10,6% lo scorso anno), mentre i diplomi superano il 42% (contro il 40,5% del 2008).

A decorrere dal 1 novembre 2009 la data di valuta per il beneficiario per tutti gli assegni e i bonifici bancari non può superare, rispettivamente, un giorno per i bonifici e gli assegni circolari e tre giorni lavorativi per gli assegni normali, contati dalla data di versamento.

Elenchi telefonici? No, grazie. A chiederlo è il popolo di internet che, tramite una protesta verde partita dagli Stati Uniti e approdata anche in Italia, invita le compagnie di distribuzione a lasciare agli utenti la possibilità di scegliere se ricevere o meno gli elenchi.

Non possono ricadere sul cliente gli errori "marchiani" dell'avvocato che non conosce le regole basilari del processo. Infatti, se non impugna entro i termini il giudice dovrà dare un'altra chance all'assistito e al suo nuovo difensore, con la restituzione in termini.

In Italia, nel primo trimestre 2009, la percentuale dei disoccupati ha toccato il 7,9%,+1,8% rispetto al terzo trimestre 2008. A indicarlo uno studio della Cgia di Mestre secondo il quale in termini assoluti i senza lavoro sono 1.982.000.

L'Europa è invasa di banconote false da 20 euro, realizzate in modo impeccabile con i più avanzati sistemi della tecnica tipografica. La conferma di questo impressionante giro gestito da abilissimi falsari è venuta proprio dopo il maxisequestro nei giorni scorsi di banconote per 7,3 milioni di euro trovate in una stamperia clandestina situata in un casolare a Gricignano d'Aversa, nel casertano. Oltre ai soldi, macchinari di ultima generazione, un sistema computerizzato gestito come un software, una stampante Roland, un bomografo e un tavolo luminoso.