Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Il 50% delle famiglie italiane vive con meno di 1.850 euro al mese, per l’esattezza con meno di 1.847 euro. È quanto emerge dall’indagine di Contribuenti.it condotta nelle principali città italiane.
Nuclei familiari con 3 o più minori, nuclei monoparentali con figli a carico, anziani soli: sono queste le tipologie di famiglie più in difficoltà in Italia. Territorialmente nessuna sorpresa: le famiglie dell’Italia meridionale e insulare hanno un reddito disponibile inferiore del 31% rispetto a quelle del nord (al primo posto Trento e Bolzano, all’ultimo la Sicilia). Per quanto riguarda invece le famiglie numerose, le condizioni risultano addirittura peggiorate dal 2007 al 2008: in particolare per le famiglie con tre o più minori il 36,3% nel 2008, rispetto al 31,2% nel 2007, ha dichiarato di arrivare con molta difficoltà a fine mese. Il 47,3% di questi nuclei non può affrontare spese inattese (contro il 42,7% nel 2007).
Arrivare alla fine del mese è difficile per il 25,9% delle famiglie italiane. Nel 2008 il 21,2% si è trovato in arretrato con il pagamento delle bollette e le rate condominiali e il 18,6% non è riuscito a riscaldare la casa adeguatamente, mentre il 38,4% non sarebbe stato in grado di sostenere una spesa imprevista. Le famiglie italiane che non hanno avuto i soldi per affrontare delle spese mediche ed i beni di prima necessità sono state il 18,6%, mentre il 24,9% non ha avuto soldi per pagare il fisco.
“Bisogna subito ridurre drasticamente il peso delle tasse sul 50% delle famiglie – Questo è il principale incentivo di cui l’economia italiana ha bisogno, per riportare serenità e fiducia e rilanciare i consumi”.