Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Con una variazione della nota legge n. 400/1988, il Governo è stato incaricato di provvedere alla chiarezza di tutti i provvedimenti normativi. Lo ha stabilito la legge n. 69/2009, pubblicata sul supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 19 giugno scorso, nei seguenti termini:

a) ogni norma che sia diretta a sostituire, modificare o abrogare norme vigenti ovvero stabilire deroghe deve indicare espressamente le norme sostituite, modificate, abrogate o derogate;

b) ogni rinvio ad altre norme contenuto in disposizioni legislative, nonché in regolamenti, decreti o circolari emanati dalla pubblica amministrazione, contestualmente indichi, in forma integrale o in forma sintetica e di chiara comprensione, il testo ovvero la materia alla quale le disposizioni fanno riferimento o il principio, contenuto nelle norme cui si rinvia, che esse intendono richiamare. Tali disposizioni in materia di chiarezza dei testi normativi costituiscono principi generali per la produzione normativa e non possono essere derogate, modificate o abrogate se non in modo esplicito.