Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Chi si deve mettere in viaggio per lunghe percorrenze, come dal Nord alla Sicilia o viceversa, farebbe bene a munirsi di panini e coperte, o almeno di un maglione in più «nel caso in cui dovesse saltare la rete elettrica e quindi il treno fermarsi» con la possibilità di una interruzione del riscaldamento all'interno del convoglio e di un accumulo di ritardi. A dare questo suggerimento è lo stesso amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti che si è premurato ad annunciare che non sarà rimborsato nessun importo per le cancellazioni dei treni e per i notevoli ritardi accumulati, imputabili secondo lo stesso alle inaspettate nevicate verificatisi.
L’Unione Nazionale Consumatori Calabria attraverso il proprio presidente regionale Avv. Saverio Cuoco nel sottolineare che nel 2009 alle soglie del 2010 non si può consigliare a chi si appresta di salire in treno di portarsi panini e maglioni, procederà a chiedere per i viaggiatori penalizzati, il rimborso del biglietto ed (ove ne ricorrano i presupposti) il risarcimento danni, nel non aver saputo le Ferrovie dello Stato gestire  le emergenze causate dal maltempo.