Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

La precisazione viene proprio dall’Unione italiana vini ed è incredibile: non si può scrivere in etichetta “vino italiano” o “vino d’Italia”. Sulla materia ci sono un’infinità di quesiti, dal momento che all’estero gli alimenti italiani sono ricercatissimi e quindi gli esportatori ci tengono a far sapere da dove viene il vino, al di là della denominazione o indicazione d’origine (DOC o IGT). Ma il “Corriere vinicolo”, portavoce dell’Unione italiana vini, fa osservare che l’art. 51 del Regolamento CE n. 1493/1999 non ammette l’indicazione in etichetta di una nazione, ma soltanto di una unità più piccola, ovvero di una località o una unità raggruppante delle località, un Comune o una frazione, oppure una Regione. Pare comunque che dal 1 agosto 2009 entrerà in vigore una norma del Regolamento CE n. 479/2008 che prevede la possibilità di indicare in etichetta il Paese d’origine.