Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Anche per il 2018 è stato prorogato l’ecobonus: sono previsti sconti fiscali per i condomini che effettuino un upgrade energetico e intervengano per manutenere o progettare giardini, terrazze o balconi; previsto inoltre un rimborso per l’adeguamento antisismico degli edifici.

Manovra 2018. La nuova legge di stabilità 2018  prevede uno sconto IRPEF consistente per tutti quei condomini che intendano effettuare interventi di riqualificazione energetica sugli edifici condominiali. Il bonus è prorogato fino al 2021 e consentirà una detrazione fiscale fruibile in 10 anni.

Una detrazione pari al 65% riguarderà tutti quegli interventi di efficientamento energetico effettuati sull’intero edificio e volti a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva dell’immobile, mentre passerà al 50% per la sostituzione di caldaie a condensazione e a biomasse e per la sostituzione di infissi.

Tali agevolazioni vengono calcolate su una spesa massima di:

– 100 mila euro per interventi di riqualificazioni su immobili già esistenti

– 60 mila euro per l’installazione di pannelli solari o interventi riguardanti l’involucro dell’edificio, pareti e finestre
– 30 mila euro per la sostituzione degli impianti di climatizzazione.

Requisiti per la fruibilità del bonus. Per ottenere la detrazione IRPEF è necessario che alla data di richiesta, l’immobile sia «esistente» quindi accatastato o con richiesta di accantonamento in corso, sia dotato di impianto di riscaldamento centralizzato o autonomo ex d.lgs n. 192/05 e successive modifiche, e sia accompagnato da una dichiarazione sostitutiva di certificazione sulla quale l’Enea effettuerà controlli a campione.

Sismabonus. Il sismabonus spetta ai condominii che eseguiranno interventi di adeguamento antisismico sulle parti comuni dell’edificio ubicati in zone ad alto rischio sismico; il bonus consiste in una detrazione che va da un minimo del 50%, 75% fino ad un massimo di 85% per le spese sostenute, fino ad un massimo di 96 mila euro (che va moltiplicato per il numero degli immobili presenti nell’edificio). Anche in questo caso lo sgravio sarà direttamente proporzionale al livello di adeguamento antisismico.

Bonus verde. Tra le novità della legge di stabilità 2018 emerge anche un incentivo alla tutela del verde condominiale, sono infatti previsti sconti IRPEF pari al 36% per le spese riguardanti la sistemazione di balconi, terrazze e giardini per un ammontare massimo di 5 mila euro. La detrazione dovrà essere suddivisa in 10 rate annue a condizione che il pagamento dell’intervento di sistemazione sia effettuato tramite bonifico (e sia, quindi, “tracciabile”).