Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Hanno sfiorato il milione (984.286) con un incremento del 52,2% le domande di disoccupazione accolte dall'Inps. Con la corresponsione di un importo medio annuo di circa 5.292 euro, per alleviare il periodo di disoccupazione, che può variare da 6 mesi a 1 anno, l'Inps ha liquidato 1.172.659 domande di disoccupazione con un incremento del 53% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.
Inoltre, sono aumentate del 222,3% le ore di cassa integrazione autorizzate nel periodo che va dal 1 settembre 2008 al 31 agosto del 2009: da 190.970.862 ore del corrispondente periodo del 2007-2008 si è passati, infatti, a 615.554.894 ore in questi ultimi 12 mesi.
E' questo, in cifre, l'impegno fronteggiato dall'Inps a seguito degli effetti della crisi economica. ''La sfavorevole congiuntura che il Paese ha dovuto affrontare in questi mesi ha riversato sulle casse e sugli uffici dell'Inps la responsabilità di sostenere i lavoratori in difficoltà. Le ore autorizzate per i trattamenti di integrazione salariale hanno subito un massiccio incremento'', si legge nella relazione presentata dal presidente e commissario straordinario dell'Inps, Antonio Mastrapasqua.
Nel dettaglio, le ore autorizzate di cassa integrazione ordinaria nell'industria sono passate da 46.364.863 a 352.395.296, con un aumento del 660%; le ore di cigo nell'edilizia passano a 33.913.387 a 56.524.067 con un incremento del 66,7%. Il totale delle ore di cigo passano da 80.278.250 a 408.919.363 con un incremento del 409,4%. Quanto alla cassa integrazione straordinaria, le ore di cigs passano da 110.692.612 a 206.635.533 con un incremento dell'86,7%.
Nel 2010 aumentano poi gli aventi diritto alle pensioni di anzianità che, secondo il bilancio previsionale dell'Inps, saranno 176mila con un incremento del 49% rispetto ai 118mila che possedevano tali requisiti nel 2009. L'incremento del numero delle persone che nel 2010 saranno in possesso dei requisiti per chiedere la pensione di anzianità è dovuto, ha spiegato, "al combinato delle norme vigenti ora e in precedenza".
E ammontano a 1,5 miliardi di euro i contributi recuperati grazie alla lotta al lavoro nero condotta dall'Inps negli ultimi 12 mesi. Significativo è l'incremento dei contributi evasi accertati rispetto all'anno precedente: 24,531 milioni di euro raccolti in più.
Nel corso della relazione è stato fornito anche il dato del bilancio previsionale 2010 dell'Inps che indica un utile di 3 miliardi e un avanzo finanziario di 4,5 miliardi.