Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

di Marina Crisafi

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del 17 febbraio 2017 (qui sotto allegato) che istituisce il bonus asili nido per i nati o adottati a partire dal 1° gennaio 2016. Al contempo, viene istituito anche un beneficio per l'assistenza domiciliare per i bambini affetti da gravi patologie. L'importo massimo del bonus è di mille euro.

Ecco come funziona:

Il bonus

Il decreto prevede che ad ogni figlio nato o adottato a decorrere dal 1° gennaio 2016, a partire dal 2017, è attribuito un buono di mille euro, su base annua e parametrato per ogni anno di riferimento a undici mensilità, per far fronte al pagamento delle rette relative alla frequenza di asili nido, pubblici e privati autorizzati.

Analogo beneficio è previsto anche per i bambini al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche e impossibilitati a frequentare l'asilo, al fine di favorire "l'introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione".

I requisiti

I genitori richiedenti, conviventi con il figlio, devono possedere i seguenti requisiti: avere la cittadinanza italiana (oppure di uno Stato membro dell'Unione europea ovvero, in caso di cittadino di Stato extracomunitario, un permesso di soggiorno di lungo periodo ex art. 9 d.lgs. n. 286/1998); avere la residenza in Italia.

Come fare domanda

Per accedere ai benefici il genitore richiedente dovrà presentare domanda telematica all'INPS, specificando a quale delle due misure intende accedere.

Il termine per la presentazione delle domande è il 31 dicembre 2017 e il beneficio sarà erogato entro il limite di spesa stanziato, secondo l'ordine di presentazione delle istanze.

Entro trenta giorni dalla data di pubblicazione del decreto in GU (ossia entro il 18 maggio prossimo), l'Inps provvederà ad emanare sul proprio sito istituzionale le istruzioni operative per l'accesso al bonus.