Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Migliora la qualita' delle citta' italiane dal punto di vista ambientale: e' quanto emerge dall'indagine dell'Istat sugli indicatori ambientali urbani, relativa al 2008 e condotta sugli 111 Comuni capoluogo di provincia, in cui risiedono circa 17 mln di persone (il 29,3% della popolazione).
Nel 2008, secondo l'istituto di statistica, si sono registrati "sensibili miglioramenti rispetto all'anno precedente": in particolare, a fronte di una contrazione della raccolta totale di rifiuti (-1,1%), e'
aumentata la quantita' di quelli raccolti in modo differenziato (+3%); cresce anche la domanda di trasporto pubblico (+2,2%), mentre scende il consumo di acqua per uso domestico (-1,9%). Di contro, nel 2008 e' aumentato il numero di motocicli per mille abitanti (+3,7%), come anche il
consumo di elettricita' per uso domestico (+0,7%) e di gas metano per uso domestico (+7,7%).
Nel 2008 risulta in miglioramento anche la qualita' dell'aria: nei 100 Comuni che monitorano il libello del PM10, il limite e' stato superato per una media di 60,6 giorni, con un calo del 16,8% rispetto al 2007, anche se il dato resta largamente superiore ai 35 giorni consentiti. Aumenta il
ricorso alle fonti di energia alternative: nel 2008 sono stati 23, contro i 7 del 2008, i Comuni che hanno fatto ricorso al teleriscaldamento; sono stati installati pannelli solari sugli edifici pubblici di 46 Comuni (contro i 3 del 2000) e pannelli fotovoltaici in 61 Comuni, quando nel
2000 ad averli adottati era solo Palermo. Proseguono inoltre gli interventi di tutela ambientale da parte delle amministrazioni pubbliche: aumentano i Comuni dotati di una zonizzazione acustica del territorio (+7,9%), di un piano energetico (+16,7%), di un censimento del verde urbano (+2,5%).
Quanto alla classifica dei Comuni piu' "virtuosi", le prime tre posizioni restano occupate, per il terzo anno consecutivo, da Trento, Venezia e Bologna, mentre all'ultimo posto si conferma Massa. Al quarto posto si colloca Foggia, e rispetto al 2007 guadagnano posizioni i Comuni di Terni, Forli', Villacidro, Reggio Emilia, Ferrara, Perugia, Piacenza, Alessandria, Tortoli', Salerno, Pesaro, Rovigo, Trieste e Mantova.
Retrocedono invece i Comuni di Ascoli Pieno, Napoli, Grosseto, Bari, Isernia, Reggio Calabria, Taranto, Caltanissetta, Pisa, Lanusei, Brindisi e Caserta. In particolare, a Napoli si segnala un notevole peggioramento nell'inquinamento da PM10, che passa dai 43 superamenti giornalieri del
2007 ai 135 del 2008.