Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Ai pensionati prima del 1994 che avevano ricevuto anche la pensione di reversibilità del coniuge deceduto, spetta l’indennità integrativa speciale per intero e non dimezzata.
La Corte dei Conti, infatti, dopo la pronuncia della Corte Costituzionale, ha sancito il diritto dei pensionati ad avere per intero tale indennità.
Come è noto dopo la legge Dini che dimezzò per chi aveva maturato anche la pensione di reversibilità del coniuge, l’indennità integrativa speciale, la questione fu rimessa alla Corte Costituzionale, che espresse parere negativo su tale misura.
Le successive decisioni della Corte dei Conti hanno concordato nel dare ragione ai diritti dei pensionati che erano stati violati.
Tutti i pensionati pubblici pertanto possono inoltrare una raccomandata all’INPDAP per interrompere la prescrizione e con successivo ricorso alla Corte dei Conti chiedere il riconoscimento degli arretrati degli ultimi 5 anni.