Home Notizie utili E' POSSIBILE CAMBIARE BANCA ED APRIRE UN NUOVO CONTO CORRENTE ?

Ultime notizie

Cerca


E' POSSIBILE CAMBIARE BANCA ED APRIRE UN NUOVO CONTO CORRENTE ? E-mail
Venerdì 06 Settembre 2013 05:19
Hits smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

 Avete un conto corrente acceso presso una banca “vecchio stile” ormai da anni, siete stati abituati a pagare i famigerati costi di gestione del conto senza mai vedere un solo euro di interessi sulle cifre depositate, e vi  state chiedendo se è possibile cambiare banca ed aprire un nuovo conto corrente, magari con le nuove modalità online?  Se sì allora sappiate che vi trovate nella stessa condizione di milioni di risparmiatori italiani e che c’è anche una buona notizia: cambiare banca è facile, possibile, semplice. Strano a dirsi quando si parla di procedure che hanno a che fare con realtà notoriamente burocratiche come le banche, eppure è così, anche grazie alle liberalizzazioni occorse nel 2007 quando il famoso “Decreto Bersani” riordinò modalità e normative riguardanti la chiusura dei conti correnti.

Per aprire un nuovo conto corrente, bisognerà far richiesta alla nuova banca recandosi in filiale o inviando (nel caso delle banche online) copia dei propri documenti di identità e del codice fiscale, oltre che il contratto firmato. E' opportuno oggigiorno consultare i portali comparativi sui conti correnti, come ad esempio quello di ContiCorrenti-Online.it, che permette di scegliere facilmente e in un solo click il conto corrente più adatto alle proprie esigenze. E' infatti possibile valutare ogni tipo di opzione: dal conto corrente classico, al conto corrente famiglia al conto corrente di risparmio. L’apertura del nuovo conto corrente andrebbe effettuata prima della chiusura del conto di provenienza, in modo da essere in grado da subito di ricevere accrediti ed eseguire le transazioni tradizionali come i bonifici ed i pagamenti.

In base a questo decreto, per chiudere il vecchio conto basta inviare una dichiarazione scritta alla propria banca di appartenenza tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. La dichiarazione deve essere accompagnata da una copia di un proprio documento di identità e del codice fiscale. La banca dovrà quindi procedere immediatamente alla chiusura del conto e non potrà scaricare sul cliente nessun costo aggiuntivo. Il cliente dal canto suo dovrà provvedere a restituire alla banca le carte magnetiche ed il libretto degli assegni, oltre ad assolvere ad eventuali passivi pregressi. Prima della chiusura del conto vanno inoltre estinte o migrate sul nuovo conto, formule di finanziamento precedentemente attivate come mutui e fidi.

 

 
Dammi un consiglio!



SERVIZIO GRATUITO


CENTRO DIFESA DEL MALATO

 
 

Iscriviti per le notizie