Stampa

Tra la fine del 2007 e l'inizio di quest'anno la crisi economica ha bruciato poco meno di 150miliardi della ricchezza di cui disponevano le famiglie italiane. Il segno della brusca frenata arriva dagli ultimi Conti Finanziari di Bankitalia che mostrano una netta diminuzione della ricchezza delle famiglie, le "attività" finanziarie di cui dispongono: 3.538 miliardi nel primo trimestre di quest'anno, vale a dire quasi 150 miliardi in meno dell'ultimo trimestre dell'anno scorso, quando erano pari a 3.685 miliardi.

Per la precisione le disponibilità finanziarie risultavano diminuite di 147,5 miliardi. Dalla lettura dei dati, per la prima volta negli ultimi tempi,si registra un calo dell'indebitamento di circa 2,7 miliardi: nell'ultimo trimestre del 2007, l'ammontare complessivo dei prestiti contratti dalle famiglie, era di 525,7 miliardi di euro, contro i 523 del primo trimestre di quest'anno. In calo sia quelli a breve (da 56,271 a 55,666 miliardi) sia quelli a lungo termine (da 469,468 a 467,415 miliardi).

Joomla SEF URLs by Artio