Stampa
La situazione della corruzione in Italia e' 'molto seria'. Questo il giudizio che, secondo Drago Kos, presidente di 'Greco' - organismo del Consiglio d'Europa che ha il compito di monitorare la lotta alla corruzione - emerge dal primo rapporto dedicato all'Italia.
Un documento che sara' reso noto nella sua interezza appena 'Greco' ricevera' il necessario via libera da parte del governo italiano. Il testo, ha pero' anticipato oggi Kos, e' 'molto critico' nei confronti del nostro Paese e 'riconosce che la situazione e' molto seria'.
L'occasione per parlare del rapporto sulla lotta alla corruzione in Italia e' stata offerta a Kos da una conferenza stampa convocata per la celebrazione dei dieci anni di attivita' di Greco.
Nel citare il rapporto sull'Italia, il presidente di questo organismo ha ricordato come l'anno scorso lui aveva fortemente criticato la scelta del governo Berlusconi di abolire la figura del commissario anti-corruzione.
Tuttavia, Kos oggi ha evidenziato come 'dopo la creazione in Italia del nuovo organismo per la lotta alla corruzione e nel corso della stesura del primo rapporto, l'amministrazione si e' dimostrata molto aperta e la sua volonta' di agire e' incoraggiante'. Un atteggiamento confermato anche dalle parole del sottosegretario alla Giustizia, Giacomo Caliendo, il quale, a margine della conferenza, ha affermato che il governo sosterra' le raccomandazioni contenute nel rapporto.
 
Joomla SEF URLs by Artio