Stampa

In calo gli acquisti di alimentari e non alimentari: gli italiani comprano meno di tutto e soprattutto acquistano meno prodotti farmaceutici, calzature, libri, giornali e riviste rispetto all'anno scorso. A luglio 2009 il valore delle vendite del commercio fisso al dettaglio presenta una diminuzione del 2,6% rispetto a luglio 2008, a sintesi di variazioni negative del 2,1% per le vendite di prodotti alimentari e del 2,8% per le vendite di prodotti non alimentari. È quanto comunica l'Istat. Il calo rispetto al precedente mese di giugno è invece dello 0,4%, con un calo congiunturale dello 0,4% sia per le vendite di prodotti alimentari sia per i prodotti non alimentari.

Per quanto riguarda il valore delle vendite di prodotti non alimentari, a luglio 2009 tutti i gruppi di prodotti hanno segnato variazioni tendenziali negative. Le flessioni più ampie hanno riguardato i gruppi Prodotti farmaceutici (meno 4,4%), Calzature, articoli in cuoio e da viaggio (meno 4,0%) e Cartoleria, libri, giornali e riviste (meno 3,9%).

Joomla SEF URLs by Artio