Stampa
Gli acquisti online sono sempre più diffusi, ma non tutti i consumatori sono a conoscenza delle tutele giuridiche offerte dalla nostra legislazione e, in particolare, dal Codice del consumo (decreto legislativo n. 206/2005). Chi acquista come consumatore, fra l'altro, può usufruire del diritto di recesso, ossia della possibilità di restituire il bene acquistato ricevendo indietro la somma precedentemente pagata.
In linea generale, il consumatore che acquista da un professionista può recedere, senza alcuna penalità e senza specificarne il motivo, entro 10 giorni lavorativi dal ricevimento del bene o dal giorno della conclusione del contratto di fornitura di un servizio.
4.1 Come esercitare il diritto di recesso?
Il consumatore, per esercitare il diritto di recesso, deve inviare una comunicazione scritta alla sede del professionista mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento. La comunicazione può essere inviata, entro lo stesso termine, anche mediante telegramma, telex, posta elettronica o fax: entro le quarantotto ore successive, però, bisogna comunque inviare una lettera raccomandata con avviso di ricevimento per confermare la suddetta comunicazione. In ogni caso, il legislatore ha precisato che l'avviso di ricevimento non è condizione essenziale per provare l'esercizio del diritto di recesso (è comunque consigliabile inviare la raccomandata con avviso di ricevimento).
Inoltre, il consumatore può, semplicemente, restituire la merce ricevuta entro dieci giorni lavorativi, senza inviare alcuna comunicazione, ma solo se ciò è espressamente previsto nell'offerta o nell'informazione concernente il diritto di recesso (ossia, se il venditore o il fornitore ha esplicitamente previsto tale modalità).
Entro quando esercitare il diritto di recesso?
Come abbiamo detto, la legge prevede un termine di 10 giorni lavorativi. Vediamo quindi da quando decorre, perché le ipotesi possono essere diverse ed essere legate a vari fattori.
In linea generale, per i contratti a distanza (e dunque per i contratti online stipulati fra professionista e consumatore), il termine di 10 giorni lavorativi per l'esercizio del diritto di recesso decorre:
È bene comunque ricordare sempre che il termine per l'esercizio del diritto di recesso per beni e servizi è, rispettivamente, di 60 giorni dal giorno del loro ricevimento e di 90 giorni dal giorno della conclusione del contratto, se:
Joomla SEF URLs by Artio