Stampa

E’ ridicolo, ma in diversi ristoranti e bar fanno pagare anche l’acqua di rubinetto: fino a 50 centesimi per un bicchiere d’acqua normale, che mediamente è l’equivalente di quanto si pagano 300 litri a casa propria. Più che ridicolo è vergognoso, ma è quanto è emerso da un’indagine svolta a Roma. Per non parlare dell’acqua minerale: chi ordina una bottiglia da 1 litro e mezzo deve sborsare fino a 5 euro, quando al ristoratore o al barista costa 40 centesimi e in un normale negozio o supermercato 70.

Qualche anno fa i ristoratori si erano inventati l’acqua “da tavola”, che spacciavano per minerale. Con piccoli apparecchi trattavano l’acqua di rubinetto rendendola frizzante e poi la scaraffavano vendendola per minerale, la quale non si può vendere scaraffata, ma soltanto nelle bottiglie originali. Con questo sistema risparmiavano sia sulla minerale sia sulla movimentazione di bottiglie. L’inventiva non ha limiti.

Joomla SEF URLs by Artio