Stampa
Un testo coordinato delle azioni inibitorie che possono essere attuate a favore dei consumatori è stato emanato dalla UE con la Direttiva 2009/22/CE, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale italiana –serie Unione europea- del 2 luglio scorso. Il testo coordinato si è reso necessario perché la precedente Direttiva sulla materia (98/27/CE) ha subìto diverse e sostanziali modifiche, per cui, afferma la UE nei “considerando”, ai fini di chiarezza e razionalizzazione è opportuno procedere alla sua codificazione. Come è noto, fra gli organismi che possono avviare azioni inibitorie per far cessare eventuali violazioni a specifiche disposizioni comunitarie, vi sono le Associazioni dei consumatori, che ora possono procedere in queste 13 materie.
●     Contratti negoziati fuori dai locali commerciali
●     Credito al consumo
●     Attività televisive
●     Vacanze organizzate
●     Clausole contrattuali vessatorie
●     Contratti a distanza
●     Garanzia dei prodotti
●     Commercio elettronico
●     Codice comunitario relativo ai medicinali
●     Servizi finanziari a distanza
●     Pratiche commerciali scorrette
●     Servizi nel mercato interno
●     Multiproprietà.
 
Joomla SEF URLs by Artio