Stampa
Guidare con il cellulare in mano, anche se non è un comportamento "propriamente corretto", non è un motivo per sanzionare il conducente. Questa, in sostanza, la tesi che emerge da una sentenza di un giudice di pace di Belluno che ha annullato la multa inflitta a un automobilista. L'uomo aveva sostenuto di avere semplicemente il cellulare nella mano sinistra che, come la destra, era appoggiata al volante.
Il conducente era stato fermato dai carabinieri perché, secondo i militari, stava telefonando. La contestazione è stata negata dall'uomo.
Secondo il giudice di pace, "forse tale comportamento - recita un passo della sentenza - non è propriamente corretto se entrambe le mani non sono tenute sul volante (cosa che il ricorrente nel caso di specie peraltro nega), ma, per la stessa ragione, si dovrebbe sanzionare chiunque tenga una mano appoggiata sulla leva del cambio o su un poggiabraccio".
Joomla SEF URLs by Artio