Stampa
Anche nel 2009 è cambiato il paniere ISTAT per il calcolo dell’inflazione, in seguito alla verifica della rappresentatività dei prodotti, dell’evoluzione tecnologica, delle tendenze dei mercati e delle differenze regionali. Quest’anno il paniere è composto da 530 posizioni rappresentative (erano 533 nel 2008), che costituiscono il campione di prodotti o di gruppi di prodotti per i quali vengono diffusi mensilmente i relativi indici dei prezzi al consumo. Nel paniere 2009 entrano le posizioni rappresentative “Pasta base per pizze, rustici e dolci”, “Mais in confezione”, “Chiave USB”, “Film in DVD”.
Per quanto riguarda le posizioni rappresentative, non si registrano uscite di posizioni già esistenti; gli aggiornamenti riguardano dunque l’ingresso di nuove posizioni e la modifica di alcune già comprese nel paniere. Nella struttura di ponderazione dell’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), cinque capitoli registrano un incremento del loro peso relativo rispetto all’anno precedente: “Abbigliamento e calzature”, “Abitazione, acqua, elettricità e combustibili”, “Mobili, articoli e servizi per la casa”, “Comunicazioni” e “Servizi ricettivi e di ristorazione”. In termini assoluti, la diminuzione più rilevante riguarda il capitolo “trasporti. Questi sono i pesi nei vari settori.
 
Capitoli di spesa 
2008 
2009 
 
 
 
Prodotti alimentari e bevande analcoliche 
 16,88
 16,80
Bevande alcoliche e tabacchi 
 2,93
 2,88
Abbigliamento e calzature 
 8,65
 8,79
Abitazione, acqua, elettricità e combustibili 
 9,38
 9,82
Mobili, articoli e servizi per la casa 
 8,59
 8,70
Servizi sanitari e spese per la salute 
 7,99
 7,95
Trasporti 
 15,24
 14,91
Comunicazioni 
 2,64
 2,73
Ricreazione, spettacoli e cultura 
 7,53
 7,33
Istruzione 
 1,02
 0,99
Servizi ricettivi e di ristorazione 
 11,06
 11,10
Altri beni e servizi 
 8,09
 8,00
TOTALE 
 100,00
 100,00
 
Joomla SEF URLs by Artio