Stampa

Gli imballi garantiscono igiene e sicurezza, con un 3% medio di impatto sul costo finale dei prodotti a largo consumo come pasta, riso e frutta. E, pur ammettendo che i prodotti alla spina rappresentano un'opportunita' di scelta in piu' per i consumatori che vogliono fare i propri acquisti direttamente dal produttore, quando si tratta di garantire sicurezza e qualita', l'imballaggio e' in grado di assicurare igiene e sicurezza per l'80% degli intervistati. E' quanto ha evidenziato una ricerca che Eurisko ha realizzato per Comieco nella quale e' emerso che a preoccupare gli italiani sono ben altre fonti di inquinamento: il traffico (68%), le emissioni delle industrie (67%), i rifiuti solidi urbani (40%), i detersivi (32%). Solo all'ottavo posto con un 16% si posiziona l'eccessivo uso degli imballaggi. Ben al di sotto dei concimi e diserbanti (23%), i rifiuti speciali (21%) e l'inquinamento elettromagnetico (19%).
Quanto alle preferenze, gli intervistati hanno promosso gli imballaggi di cellulosa con cui sono confezionati i principali beni di prima necessita' come pasta, riso e latte vengono apprezzati per la riciclabilita' (61%), il rispetto per l'ambiente (47%) e il basso costo (55%).

Joomla SEF URLs by Artio