Stampa

Prescrizioni sanitarie elettroniche, certificati di malattia digitali, sistemi di prenotazione di visite e prestazioni sul web, e-learning per i bambini ricoverati. Tutto cio' sara' possibile grazie ad un accordo siglato tra il ministero per l'Innovazione e la Pubblica amministrazione e il Consiglio nazionale delle ricerche. Il risultato? Favorire l'innovazione nella pubblica amministrazione risparmiando nel contempo 110 miliardi di euro l'anno. Nel dettaglio ecco i tre progetti:
Il fascicolo sanitario elettronico e' finalizzato a sostenere il processo di realizzazione e diffusione di un'infrastruttura tecnologica federata di fascicolo sanitario elettronico del cittadino, condivisa a livello nazionale e allineata allo scenario internazionale, con attenzione ai temi della sicurezza della privacy.
Il progetto ''Salute in rete'' si pone l'obiettivo di accelerare il processo di digitalizzazione dei servizi sanitari, con particolare attenzione al ciclo prescrittivo (ricetta e certificati di malattia) e alla realizzazione di un sistema a rete dei centri unici di prenotazione (Cup) territoriali, migliorandone il rapporto costo-qualità e limitando sprechi ed inefficienze.

L'iniziativa ''Smart inclusion'', infine, punta a garantire a bambini che non possono frequentare la scuola per problemi di salute, l'opportunita' di seguire virtualmente, ma in maniera continuativa, attraverso servizi di teledidattica, le attivita' di una classe di scuola primaria o media, con la possibilita' di mantenere in tal modo contatti diretti con insegnanti e compagni.

Joomla SEF URLs by Artio