Stampa
Tra le liti condominiali non mancano quelle relative ai condòmini che si rifiutano di pagare la loro quota per i motivi più disparati, anche se la ripartizione è stata regolarmente approvata dall’assemblea. Una appendice della lite è se l’amministratore debba ottenere il consenso dell’assemblea per procedere contro i condòmini morosi. La risposta è negativa, in quanto gli articoli 1130 e 1131 del Codice civile legittimano l’amministratore ad agire in giudizio senza delibera assembleare, a meno che non si tratti di una vertenza che non rientra nelle attribuzioni dell’amministratore. Va ricordato anche che l’art. 63 delle disposizioni di attuazione del Codice civile consente all’amministratore condominiale di ottenere un decreto ingiuntivo immediatamente esecutivo per la riscossione delle quote, stante il rischio di una paralisi dell’attività condominiale.
Joomla SEF URLs by Artio