Stampa
Dal 1° dicembre è caos alle Poste. L'iniziativa del Governo, che mira a favorire le categorie più deboli, non sembra favorire la classe dei dipendenti postali che improvvisamente,  si sono visti pervenire montagne di carte ed addossate responsabilità non pertinenti al lavoro svolto.
La carta acquisti, che farà percepire alle tasche dei cittadini meno abbienti 40,00 euro al mese, ha creato una situazione paradossale che ha scatenato non poche critiche da parte del personale, anche a seguito dell'aumento del carico lavorativo che, nonostante tutto, non riesce a smaltire le innumerevoli file, finendo con il penalizzare tutte le fasce dei cittadini, con attesa di ore, ed il lavoro interno d'ufficio.
Va inoltre sottolineato che la situazione è stata aggravata dalla coincidenza con il pagamento delle pensioni che, com'è ben noto, avviene all'inizio di ogni mese.
Joomla SEF URLs by Artio