Stampa
Qualcuno si chiede preoccupato chi garantisce i titoli e i depositi postali in caso di insolvenza delle Poste, mentre in caso di insolvenza delle banche c’è il “Fondo interbancario di tutela dei depositi”, che copre però fino a 103.000 euro. I depositi postali sono invece garantiti per la loro interezza dalla “Cassa depositi e prestiti”, una società per azioni costituita nel 2003 in applicazione della legge n. 326/2003 e controllata per il 70% del capitale sociale dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, mentre il restante 30% è detenuto da diverse Fondazioni, soprattutto bancarie.
E’ per questo che si dice che il livello di garanzia dei libretti postali sia quindi del tutto assimilabile a quello offerto dai Titoli di Stato Italiani.
Inoltre, Poste Italiane SpA è una società per azioni il cui capitale è detenuto dallo Stato italiano per il 65% e dalla Cassa depositi e prestiti per il 35%. Ne consegue che dal punto di vista della sicurezza i titoli e i depositi postali non corrono alcun rischio e sono perfettamente al sicuro in quanto garantiti dallo Stato.
Joomla SEF URLs by Artio