Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE.

 

Stop ai rincari nelle telefonate all’interno dell’Unione Europea, che ora avranno un costo massimo al minuto. Lo hanno deciso il Parlamento e il Consiglio dell’Unione Europea approvando un pacchetto di riforme che blocca il prezzo delle chiamate tra i paesi europei a 19 centesimi al minuto e quello dei messaggi a 6 centesimi.

Le misure, se approvate formalmente dal Consiglio europeo, faranno seguito all’abolizione del roaming per chi viaggia all’interno dell’Unione, entrata in vigore nel 2017.

 

PUBBLICITÀ

COME FUNZIONA ORA – Attualmente il costo per minuto delle chiamate nell’Unione Europea varia da operatore ad operatore, con costi che passao dai 5 agli 80 centesimi al minuto, scatto alla risposta escluso.

COSA CAMBIA – La nuova misura stabilisce un massimo di 19 centesimi (e di 6 per un SMS). Dal momento dell’entrata in vigore, quindi, gli utenti che effettueranno chiamate all’interno dell’UE non potranno pagare più di quella cifra per ogni minuto di chiamata.

5G- Le altri parti dell’accordo prevedono l’aumento dei servizi radio 5G entro la fine del 2020 e dopo 20 anni saranno emesse nuove licenze per lo spettro 5G, incoraggiando le imprese storiche a investire con chi si inserisce per la prima volta nel settore.

La maggior parte dei cellulari può già inviare messaggi vocali ed effettuare chiamate vocali gratuitamente tra gli Stati membri utilizzando servizi basati su dati come WhatsApp, Skype o Telegram.