Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE.

 

Le cronache degli ultimi tempi ci rivelano come, anche nel momento del bisogno, quando cioè si chiama un’ambulanza, occorre prestare particolare attenzione. È stata ravvisata dalle forze dell’ordine “un’illegalità diffusa” nel sistema delle ambulanze, infatti: sono stati fermati mezzi, che effettuavano trasporto degli infermi, in maniera assolutamente irregolare.

Ambulanze irregolari e personale non qualificato

 

Le forze dell’ordine hanno intercettato più di una decina di ambulanze che effettuavano il trasporto di alcuni pazienti da o per gli ospedali o le cliniche private in modo assolutamente poco consono.

Palesi irregolarità sono state rintracciate poiché, i mezzi che venivano utilizzati, erano privi di assicurazione o di una revisione valida; a bordo erano presenti farmaci scaduti o ad uso esclusivo dell’ospedale.

Ad aggravare ulteriormente la situazione il fatto che il personale a bordo dell’ambulanza risultava privo di una patente di guida adatta e non era in nessun modo abilitato al primo soccorso.

Come evitare ambulanze non a norma

Per riuscire a non cadere in spiacevoli sorprese, contattare la propria Regione (che concede le autorizzazioni al servizio di ambulanza) per assicurarsi che il mezzo su cui si sta per salire sia a norma.

Può essere utile anche contattare la propria ASL di appartenenza che ha il compito di controllare la regolarità delle ambulanze in circolazione. Se non è stato possibile contattare questi enti in maniera preventiva ci si può rivolgere alle forze dell’ordine per un controllo successivo utile a smascherare eventuali trasgressori.

Autore: Lorenzo Cargnelutti