Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE.

 

Valeria Zeppilli 

I casi di responsabilità medica denunciati, secondo un recente rapporto che racconta la situazione italiana, sono in media 35 l'anno per struttura sanitaria

Quando viene denunciata la responsabilità medica

Il rapporto sui casi di malasanità in Italia realizzato da Marsh Italia è stato diffuso nei giorni scorsi e si basa sui dati relativi al periodo 2004/2018.

Tra i vari aspetti analizzati, vi sono le tempistiche di denuncia delle ipotesi di responsabilità medica, che variano a seconda della tipologia di sinistro. Ad esempio, entro sei mesi sono denunciati il 29% dei casi verificatisi in ostetricia e ginecologia, il 43,9% dei casi verificatisi in pronto soccorso e il 19% dei casi verificatisi in ortopedia e traumatologia.

 

Malasanità: importi liquidati

Quanto agli importi liquidati, la media si assesta su poco più di 78mila euro per sinistro e, precisamente, è pari a 78.070 euro. Per anno di denuncia, la media degli importi liquidati risulta decrescente.

Gli eventi più significativi, in termini economici, sono quelli legati al parto.

Sinistri più diffusi

Questi ultimi, tuttavia, rappresentano solo il 3,2% dei sinistri.

I più diffusi sono, con netto stacco rispetto agli altri, quelli derivanti da attività chirurgica, che rappresentano il 35,9% dei sinistri.

Ad essi seguono quelli derivanti da errori diagnostici, da cadute accidentali e da errori terapeutici, che rappresentano, rispettivamente, il 18,5%, il 9,9% e il 9,3% dei sinistri.

Medici più denunciati

Infine, si segnalano le cinque unità operative maggiormente colpite da denuncia, che insieme rappresentano più della metà dell'intero campione analizzato:

  • Ortopedia e traumatologia: 15,6%
  • Chirurgia generale: 13%
  • DEA / Pronto soccorso: 11,8%
  • Ostetricia e ginecologia: 11,1%
  • Struttura / Parti comuni: 6,9%