Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE.

 

Spille, collane, anelli e bracciali spacciati per antichi durante popolari televendite, ma in realtà prodotti scaduti che hanno permesso ad un’azienda orafa di ottenere introiti per circa tre milioni euro in poco più di sei mesi a danno soprattutto di persone anziane.

Questa è una delle tante truffe che, purtroppo, avvengono attraverso le televendite: il raggiro più comune è, infatti, vendere una merce diversa da quella mostrata in televisione, di valore nettamente inferiore. Un classico, in tal senso, sono le pietre preziose che si tramutano magicamente in vetro. Per questo bisognerebbe comprare solo prodotti da aziende di cui si conosce la serietà.

 

Ormai i consumatori hanno la possibilità di acquistare su una pluralità di canali a seconda delle proprie esigenze: i giovani acquistano principalmente dal web mentre chi è in età più avanzata preferisce ancora le televendite. E’ una comodità poter acquistare un prodotto stando tranquillamente sul divano di casa ma, come per internet, ci vuole qualche accortezza per evitare l’inganno.

E’ bene, quindi, conoscere le regole fondamentali che disciplinano questi acquisti come: la normativa sui contratti a distanza, il regime delle garanzie post-vendita e ovviamente alcune cautele “di base” per acquistare in sicurezza.

Se ami fare shopping con il telecomando, ecco qualche consiglio per evitare truffe o brutte sorprese.

  1. Stare alla larga da prezzi troppo vantaggiosi: un gioiello o un’opera d’arte autentica non possono costare poche centinaia di euro. Il rischio è incorrere in un falso. Cerca di informarti in anticipo sul valore di mercato di ciò che vuoi acquistare e non fidarti se la cifra proposta è inferiore del 40% o più.
  2. Verificare che il costo della spedizione sia indicato in modo chiaro: un generico “più spese di consegna” può riservarti una sorpresa da decine di euro. Se la somma precisa non è scritta in sovrimpressione, richiedila al centralino.
  3. Esaminare semprele condizioni di vendita:  se scorrono sullo schermo in modo troppo rapido o con caratteri microscopici meglio evitare quell’offerta.
  4. Assicurarsi che il venditore sia rintracciabile: per lo shopping in tv scegli canali che occupano sempre le stesse frequenze e, prima di acquistare, verifica che esista un sito internet con tutti i riferimenti utili per individuare il tuo interlocutore a cominciare da una sede “fisica” facilmente verificabile.

Infine ricordati che il cliente può sempre cambiare idea (anche se il prodotto risponde alla descrizione e non è danneggiato) nel termine per esercitare il diritto di recesso che è attualmente di 14 giorni. Ricorda che se il pacco è danneggiato devi necessariamente annotare sul documento di consegna: “Accetto con riserva di verifica dell’integrità del contenuto”. Solo così potrai ottenere un rimborso se anche il prodotto all’interno è malfunzionante a causa di danni arrecarti dal corriere.

Autore: Unione Nazionale Consumatori