Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE.

 

Si chiama PostePay S.p.A. ed è la nuova società di Poste Italiane specializzata nell’ambito dei pagamenti mobile e digital. L’obiettivo è di offrire prodotti e servizi ancora più evoluti, mantenendo i livelli di qualità, convenienza e trasparenza richiesti dai clienti. L’iniziativa, autorizzata da Banca d’Italia, prevede a partire dal 1° ottobre 2018 il trasferimento, ai sensi dell’art. 2558 c.c., del ramo di azienda riconducibile all’operatività di BancoPosta nel settore dei pagamenti a PosteMobile S.p.A., società interamente posseduta da Poste Italiane. 

Tale società assumerà la denominazione di PostePay S.p.A.ed eserciterà, quale Istituto di Moneta Elettronica (IMEL), anche l’attività di prestazione dei servizi di pagamento e di emissione di moneta elettronica, con la costituzione di uno specifico Patrimonio destinato.

Per effetto di questa dell’operazione, a partire dal 1 ottobre 2018, in riferimento ai prodotti emessi dall’IMEL, la titolarità del contratto passa da BancoPosta a PostePay S.p.A. – Patrimonio destinato IMEL. Alla nuova società sono stati assegnati un nuovo codice BIC ed un nuovo codice ABI, rendendo necessaria la modifica delle coordinate bancarie (IBAN) per le Postepay Evolution e le altre Postepay con IBAN, con conseguente impatto sia sulle disposizioni di pagamento in accredito che su quelle in addebito sulla carta (Bonifici, Postagiro e Addebiti Diretti SEPA).

Per garantire la continuità dei servizi già attivi sulle carte Postepay con IBAN è stato previsto un periodo di “duality” di almeno 12 mesi, durante il quale PostePay S.p.A. provvederà a re-indirizzare sulle nuove coordinate IBAN i Bonifici e i Postagiro in entrata, nonché ad eseguire le disposizioni di addebito diretto SEPA ricevute sulle vecchie coordinate IBAN.

L’utilizzo dei servizi on line, invece, non cambierà. Il cliente continuerà ad accedere alla Carta attraverso i siti postepay.it e poste.it, l’internet banking Bpol o tramite l’App Postepay o l’App BancoPosta, utilizzando le credenziali di accesso usuali. I clienti che eseguiranno operazioni mediante il canale online e App BancoPosta, saranno supportati da appositi disclaimer informativi nei quali verrà indicato che la carta è emessa da Postepay S.p.A.

Per i consumatori saranno a disposizione nuovi riferimenti (validi a partire dal 1° ottobre), a cui indirizzare eventuali reclami, esclusivamente in forma scritta: tramite posta ordinaria o, a scelta del cliente, posta raccomandata con ricevuta di ritorno, indirizzata a PostePay S.p.A. – Patrimonio destinato IMEL – Gestione Reclami – Viale Europa, 190 – 00144 Roma; via fax al numero 06 59580160; presso un Ufficio Postale compilando la specifica lettera di reclamo per i servizi di PostePay S.p.A.; via PEC all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; via telematica, utilizzando il modulo web lettera di reclamo per i servizi di PostePay S.p.A., disponibile sul sito poste.it.