Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE.

 

Il Governo ha confermato anche per il 2019 gli sconti sulle bollette di luce e gas. Si tratta di una misura di aiuto sociale che è stata introdotta nel 2009 e permette alle famiglie numerose a basso reddito o con comprovati disagi economici di avere delle agevolazioni sulle bollette, rivolgendosi ai Caf territoriali o al Comune di residenza.

 

COME OTTENERLO – Per ottenere lo sconto sulle bollette di luce e gas bisogna compilare l’apposito modulo di richiesta (presso il Caf o l’ufficio del Comune) e allegare il certificato ISEE per il 2019. La richiesta non è soggetta ad alcun costo.

REQUISITI – Lo sconto su luce e gas è subordinato al rispetto di precisi requisiti:

  • il richiedente deve essere un cliente domestico, titolare di utenze gas e luce con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale;
  • il suo Isee non deve superare un importo determinato. Nello specifico, il bonus luce e gas è concesso solo a chi dichiara un Isee 2019 non superiore a 8.107,5 euroe, per le famiglie con almeno 3 figli a carico, non superiore a 20.000 euro;
  • il patrimonio mobiliare del richiedente non deve superare i 6.000 euro. Tale soglia, inoltre, va accresciuta di 2.000 euro per ogni figlio successivo al primo e di 1.000 euro per ogni figlio successivo al secondo, fino a un massimo di 10.000 euro.

LO SCONTO – Chi soddisfa i requisiti richiesti ottiene uno sconto proporzionato alla dichiarazione Isee che viene applicato direttamente alla cifra indicata sulle bollette di luce e gas. Lo sconto si estende per un arco temporale di 12 mesi ed è rinnovabile presentando una nuova richiesta, nelle medesime modalità, entro e non oltre 2 mesi dalla scadenza prevista. Per il momento non è ancora chiaro se gli sconti su luce e gas per il 2019 saranno un beneficio alternativo oppure si potranno cumulare al reddito di cittadinanza.