Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE.

 

Uno studio evidenzia le scuse più ricorrenti per sfuggire alla palestra e al movimento fisico: dalla mancanza di tempo ai troppi impegni quotidiani

Elena Leoparco

Lo sport preferito dagli italiani a dicembre? Correre verso il divano di casa e restarci il più a lungo possibile segnando il record di ore trascorse a non fare assolutamente nulla.

A fine anno vince la pigrizia, tanto che 7 italiani su 10 (71%) rinunciano a rinnovare l’abbonamento in palestra, sicuri che tra decorazioni, pacchetti e cene prenatalizie, trovare il tempo per allenarsi sarà quasi impossibile.

Tanto poi si sa, inutile sudare e faticare se poi ci aspetta una fetta di Pandoro o una maratona prandiale. Tanto vale rilassarsi, mangiare e poi a gennaio se ne riparla.

 

Stanchi tutto l’anno

In realtà, la tendenza a procrastinare l’allenamento riguarda tutto l’anno, sebbene il 35% degli italiani considera la palestra il modo migliore per rimettersi in forma.  In molti però confessano di non seguire le date di allenamento settimanale stabilite con il personal trainer (47%), o di distrarsi facilmente durante l’allenamento (29%).

Il motivo? La maggioranza si dichiara troppo stanco dopo il lavoro (42%) o preferisce trascorrere serate fuori con amici (25%). Ciò li porta a trovare scuse per non andare in palestra, a volte anche molto originali, come il non voler lasciare troppo tempo solo il proprio animale da compagnia (59%).

Tutte le scuse per non andare in palestra

Uno studio condotto da NutriMente e promosso da GetFIT ha raccolto le 50 scuse più usate dagli italiani per rimandare l’appuntamento con la sala pesi o con l’aerobica. E il risultato è a dir poco divertente.

Nella Top 5 delle scuse improbabili, c’è una percentuale del 50% che proprio non riesce a sfidare il freddo invernale per raggiungere la palestra. Bora, pioggia e tempeste in effetti non sono certo l’ideale…ok scusa accettata.

C’è poi chi esce dall’ufficio troppo affamato, e così si avvia veloce verso casa dove tra un thè, un biscottino o un panino con il salame e il formaggio come spuntino preserale, decide che no, proprio non è il caso di andare in palestra (45%). Va bene, dai. Anche questo ci sembra un valido motivo, in fondo.

Per allenarsi c’è bisogno di un minimo di equipaggiamento. Tuta, scarpe, asciugamano costituiscono un bagaglio troppo ingombrante e pesante per il 43% di coloro che rinunciano all’appuntamento con il personal trainer. Accettiamo anche questa scusa? Ma si, d’altra parte è comprensibile.

Nel campionario di giustificazioni “originali” vince però il 36% di coloro che si dichiarano sconfitti in partenza e dicono “No, in palestra non posso andare perché sono troppo fuori forma”. Sulla validità di questa motivazione ci sentiamo di sollevare qualche dubbio, sebbene meriti certamente un premio per la coerenza tra pensiero e azione.

I consigli degli esperti

Scherzi a parte, andare in palestra o comunque praticare attività fisica è importante. Esperti di fitness e benessere concordano sui benefici dell’attività fisica svolta regolarmente legati non solo al corpo, ma anche alla mente (51%), con l’attività fisica che aiuta a ritrovare una relazione autentica con il corpo e ad imparare a coglierne i segnali e i bisogni.

Inoltre, un allenamento in palestra o una sessione di fitness per gli esperti contribuiscono ad aumentare il livello di soddisfazione personale (43%), permettono di interrompere la propria routine e fare qualcosa di nuovo (36%) uscendo così dalla cosiddetta confort zone, senza dimenticare che fare attività fisica aiuta a fronteggiare tutti gli effetti della vita frenetica (28%) come stress, pasti frettolosi, ore trascorse al computer, che incidono negativamente sul buon funzionamento dell’organismo.

“Fare sport fa bene al corpo e alla mente – afferma Sara Bertelli, presidente dell’Associazione NutriMente – Nell’età adulta il corpo viene spesso dimenticato e trascurato in maniera quasi inconsapevole dietro al velo di mille giustificazioni plausibili: perché travolti dal lavoro, dalla famiglia, dalla vita. Per questo voglio sottolineare l’importanza di riavvicinarsi alla palestra e all’attività fisica per amore di sé stessi. E’ sbagliato trascurare in inverno l’attività fisica: un allenamento in palestra, una sessione di aerobica o un’ora di yoga ci permettono in qualsiasi momento dell’anno di assaporare l’euforia che si prova dopo aver superato la pigrizia ed essere riusciti a portare a termine qualcosa che ci costa fatica.”