Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE.

 

Con l’arrivo dell’estate la voglia di gelato si fa sempre più intensa: cosa c’è di meglio per rinfrescarsi nelle lunghe giornate di afa estiva?

Per avere il gelato sempre a portata di cucchiaio le alternative sono due: si può scegliere di acquistare il gelato in vaschetta al supermercato o in gelateria, o si può preparare il gelato comodamente in casa con l’ausilio di una gelatiera.

 

L’alternativa che meglio coniuga risparmio e qualità del gelato è la realizzazione del gelato in casa con l’ausilio della gelatiera. Ma quali tipi di gelatiera è possibile trovare in commercio e come fare per scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze?

In questo articolo prenderemo in considerazione proprio questa tematica, ed andremo ad osservare le caratteristiche delle tre tipologie di gelatiera per uso domestico attualmente sul mercato: le gelatiere a manovella, quelle ad accumulo e quelle a compressore. Ognuna di queste tipologie ha caratteristiche particolari che determinano una maggiore o minore praticità d’utilizzo; ogni tipologia inoltre appartiene ad una fascia di prezzo diversa: l’obiettivo di questo articolo è quindi quello di fornirvi tutte le informazioni necessarie a trovare il modello più adatto alle vostre esigenze.

Gelatiera a manovella: semplici ed economiche… ma quanto sforzo!

Come si evince dal nome, la principale caratteristica di questo tipo di prodotti è l’assenza di un motore integrato: l’intera preparazione del gelato verrà realizzata sfruttando soltanto l’azione mantecatrice di una pala collegata a una manovella.

Per permettere agli ingredienti di raggiungere la giusta temperatura, il cestello delle gelatiere a manovella dovrà essere pre-raffreddato in congelatore per almeno 8 ore: con questi apparecchi quindi la preparazione del gelato non sarà immediata ma dovrà essere preventivata con largo anticipo.

Un’altra particolarità di questa tipologia di gelatiera è che il cestello non è mai particolarmente ampio; ciò è dovuto al fatto che la mantecatura manuale degli ingredienti non è realizzabile con quantità troppo abbondanti.

I vantaggi legati all’acquisto di una gelatiera a manovella sono:

  • Economicità: come anticipato questi prodotti sono davvero molto economici, il loro prezzo oscilla tra i 20 ed i 30 euro. Inoltre l’assenza di motore implica l’assenza di consumi elettrici;
  • Realizzazione di piccole quantità: questo aspetto è in realtà sia un vantaggio che uno svantaggio; per chi ha bisogno di poche porzioni di gelato per volta, utilizzare questo tipo di apparecchio potrebbe voler dire limitare gli sprechi preparando solo la quantità di gelato necessaria.

Gli svantaggi di questa tipologia invece sono:

  • Lavoro manuale: la necessità di ruotare la manovella a mano fa sì che sia necessario un certo sforzo continuato che non tutti vogliono sostenere. Inoltre, visto che la preparazione non è automatica, sarà necessario seguirla passo per passo;
  • Tempistiche più lunghe: tra la fase di pre-raffreddamento del cestello e quella di realizzazione del gelato, le tempistiche per preparare il gelato sono di almeno 9 ore.

Gelatiera ad accumulo: le semi-automatiche dal prezzo moderato

Possiamo considerare le gelatiere ad accumulo come un’evoluzione tecnologica delle gelatiere a manovella. In questi prodotti è infatti presente un motore che consente la rotazione automatica della pala mantecatrice (che nella tipologia precedente è azionata dalla manovella), ma non è presente un compressore che consente il raffreddamento degli ingredienti durante la lavorazione.

Sarà quindi necessario anche in questo caso pre-raffreddare il cestello per un minimo di 8 ore prima della lavorazione.

Rispetto alle gelatiere a manovella, le gelatiere ad accumulo offrono la possibilità di lavorare una maggiore quantità di ingredienti: alcuni modelli, solitamente appartenenti a fasce di prezzo più elevate, sono dotati anche di due cestelli per realizzare due gusti in una sola sessione di lavoro.

Il costo delle gelatiere ad accumulo è variabile: i modelli più semplici hanno un prezzo di circa 50 euro, mentre quelli con un kit accessori più ricco e un cestello più capiente raggiungono i 150 euro.

I vantaggi delle gelatiere ad accumulo sono:

  • Buon rapporto qualità-prezzo: la fascia di prezzo è mediamente bassa, ed allo stesso tempo l’efficienza è quasi sempre elevata;
  • Automatizzazione della lavorazione: oltre a pre-raffreddare il cestello non sarà necessario effettuare alcun passaggio manuale, poiché l’intera preparazione è svolta dalla macchina.

Lo svantaggio principale è uno:

  • Necessità di pre-raffreddare il cestello: come per i prodotti a manovella, anche in questo caso è necessario raffreddare il cestello per almeno 8 ore; ciò implica che bisognerà programmare la realizzazione del gelato con molto anticipo.

Gelatiera a compressore: ottima efficienza ma prezzi più elevati

L’ultima tipologia di gelatiera è quella a compressore; in questi prodotti, oltre al motore che consente la rotazione della pala, troviamo un compressore integrato che consente il raffreddamento immediato degli ingredienti.

Con questi apparecchi sarà quindi possibile realizzare il gelato all’istante, senza bisogno di pre-raffreddare il cestello (è comunque consigliabile utilizzare ingredienti molto freddi per velocizzare le tempistiche). L’intero processo di realizzazione del gelato è quindi automatico, i tempi di preparazione molto brevi (circa 30-40 minuti) e spesso sono presenti due cestelli per realizzare due gusti di gelato in una sola sessione.

Il costo di questi apparecchi è sicuramente più elevato rispetto a quello delle due tipologie viste in precedenza e va dai 150 ai 300 euro circa: allo stesso tempo la capienza del cestello è sempre maggiore e consente la preparazione di circa 6/8 porzioni di gelato in una sola sessione.

I vantaggi delle gelatiere a compressore:

  • Completa automatizzazione della preparazione: ogni step è realizzato dalla macchina, compreso il raffreddamento degli ingredienti;
  • Rapidità: la produzione del gelato è molto rapida; non è inoltre necessario programmare la preparazione in quanto il processo non necessita di fasi preliminari come il pre- raffreddamento
  • Capienza ampia: il cestello (o i cestelli) sono quasi sempre molto capienti e adatti a preparare diverse porzioni di gelato simultaneamente.

E il maggiore svantaggio:

  • Costo più elevato: giustificabile alla luce delle tecnologie e dei materiali solitamente di alta qualità che vengono impiegati.

Quale gelatiera fa per me?

In base alle caratteristiche che abbiamo elencato, possiamo identificare per ogni tipologia di gelatiera una categoria di potenziali consumatori:

  • La gelatiera a manovella è consigliata a chi: vuole spendere poco, ha bisogno di piccole porzioni e non ha problemi legati a tempistiche e lavorazione manuale degli ingredienti;
  • La gelatiera ad accumulo è consigliata a chi: vuole un prodotto che automatizzi la preparazione senza spendere troppo, non ha problemi di tempistiche e vuole realizzare quantità medio-grandi di gelato;
  • La gelatiera a compressore è consigliata a chi: vuole un prodotto completamente automatico e rapido nella preparazione, vuole realizzare grandi quantità di gelato e non ha problemi di budget.

Questa rubrica è stata realizzata in collaborazione con QualeScegliere.it, piattaforma online che mette a disposizione una serie di strumenti utili e pratici da consultare per aiutare gli utenti nella scelta fra oltre 300 categorie di prodotti.

Autore: Unione Nazionale Consumatori in collaborazione con Qualescegliere.it