Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE.

 

I consumatori del 2021 esprimeranno un’esigenza di benessere e salute, eviteranno consumi eccessivi, saranno più attenti alla sostenibilità. Saranno immersi nella tecnologia e alle prese con nuovi dilemmi digitali. Ecco qualche tendenza

Sabrina Bergamini

I consumatori del 2021 esprimeranno una nuova esigenza di benessere e salute. Eviteranno consumi eccessivi e sposteranno le priorità andando alla ricerca non solo di convenienza ma anche di prodotti durevoli e sicuri. Saranno più attenti alla sostenibilità, dato questo in linea con un cambiamento avviato da tempo.

I consumatori del 2021 coglieranno le opportunità della vita digitale e insieme si interrogheranno sulle conseguenze della tecnologia digitale nella quale sono immersi.

 

Saranno consumatori diversi. La pandemia da Covid è un fattore di cambiamento dei consumi, porta a scoprire nuove esigenze, a riscoprire il fattore “comunità” anche nelle società individualiste.

Global Consumers Trends 2021

Mintel nel Global Consumer Trends 2021 ha individuato sette tendenze destinate a influenzare i mercati dei consumatori globali nel 2021.

Una è l’esigenza di salute, ancora non del tutto definita. In prima linea per i consumatori c’è la ricerca del benessere.

«I consumatori sono alla ricerca di un’esperienza di benessere attraverso una lente completamente nuova costruita attorno a un senso di incertezza su quando la vita tornerà a routine più equilibrate».

L’altra tendenza è quella all’empowerment collettivo. I consumatori hanno una voce più forte nella richiesta di equità e diritti. Crescono la mentalità collettiva e l’interesse verso la comunità, anche nelle culture tradizionalmente individualistiche. «L’ascesa del movimento Black Lives Matter e il Global Climate Strike mostrano come le persone si stanno radunando per chiedere a gran voce un cambiamento positivo».

Consumatori del 2021, ritorno all’essenziale…

Fra i consumatori del 2021 ci sarà inoltre uno spostamento delle priorità.

La pandemia, l’incertezza economica, l’oscillazione fra sentimento di vulnerabilità e resilienza spingono i consumatori verso un “ritorno all’essenziale”, un assetto mentale più “spartano” che li porta a monitorare più da vicino le spese e a «evitare consumi eccessivi».

Nella ricerca di cose davvero importanti, dicono i ricercatori, «i consumatori cercano non solo accessibilità e convenienza, ma anche sicurezza, protezione e durata delle merci».

… e senso di comunità

Dalla pandemia deriva un’altra tendenza per i consumatori del 2021. Coming together, il ritorno al senso di comunità per connettersi e sostenersi a vicenda, tanto più in un’emergenza che ha chiuso tutti in casa. Il Covid ha rivitalizzato il concetto di comunità.

«Con un gran numero della popolazione mondiale costretta a rimanere in casa e osservare misure di allontanamento sociale, ciò ha evidenziato l’importanza dell’unità come mezzo per sostenersi a vicenda».

Direzione sostenibilità

Un’altra tendenza dei consumatori 2021 è quella relativa alla sostenibilità. Il Covid, dicono gli analisti di Mintel, ha spostato in modo sottile ma significativo la consapevolezza dei consumatori del rapporto con gli spazi in cui vivono, accelerando la domanda di sostenibilità.

«Con l’accesso a più informazioni che mai, i consumatori chiedono maggiore trasparenza dai marchi da cui acquistano, compreso il modo in cui i marchi intendono affrontare le sfide della sostenibilità».

Vite virtuali, dilemmi digitali

Vite virtuali e dilemmi digitali sono le altre due tendenze nelle quali si muovono i consumatori del 2021.

In emergenza Covid, la tecnologia ha risposto alle esigenze quotidiane, ha permesso di lavorare e di intrattenersi chiusi nell’ambiente domestico. La separazione fisica causata dalla pandemia, l’aumento del bisogno di evasione e il miglioramento della tecnologia ha guidato e sta guidando i consumatori verso esperienze digitali. Diventa sempre più importante il ruolo dell’intrattenimento digitale.

Allo stesso tempo, i vantaggi della vita connessa si accompagneranno a nuovi «dilemmi digitali» legati alle preoccupazioni per l’impatto negativo della tecnologia in cui i consumatori sono immersi.