Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE.

 

Le misure di restrizione contro la pandemia sono confermate fino al 13 aprile. Questo l’annuncio in Senato del Ministro della Salute Roberto Speranza

Sabrina Bergamini

Italia chiusa fino al 13 aprile. Il Governo ha infatti deciso di confermare fino al 13 aprile tutte le misure di limitazione delle attività economiche e sociali e degli spostamenti individuali adottati nelle scorse settimane per fronteggiare la pandemia da Covid-19.

L’annuncio è arrivato oggi dal Ministro della Salute Roberto Speranza durante un’informativa in Senato sulle iniziative di competenza del suo Ministero.

Misure di restrizione fino al 13 aprile

 

«La strada da percorrere è ancora lunga, perché senza il vaccino non sconfiggeremo definitivamente il Covid – ha detto il ministro Speranza – Non solo non dobbiamo abbassare la guardia, ma tutti dobbiamo essere consapevoli che per un periodo non breve dovremmo sapere gestire una fase di transizione. Sarà indispensabile graduare la riduzione delle attuali limitazioni adottando adeguate e proporzionali misure di prevenzione per evitare che riesplodano nuovi gravi focolai di infezione. La fase di convivenza con il virus andrà gestita d’intesa con il Comitato tecnico scientifico con grande prudenza, continuando a monitorare molto seriamente il fenomeno e conservando tutte le buone pratiche individuali che abbiamo imparato a rispettare in queste settimane con i nostri comportamenti responsabili».

Non si deve vanificare il lavoro fatto finora con le misure di contenimento. Per questo il Governo ha deciso di prorogare le misure di restrizione adottate finora fino al 13 aprile.

«Certo, dobbiamo programmare il domani, lo stiamo già facendo, ma senza smettere di essere consapevoli di cosa sia questa fase e di dove siamo esattamente oggi – ha detto Speranza – Sbagliare i tempi, o anticipare alcune mosse, finirebbe per vanificare il lavoro fatto in queste difficilissime settimane. È questa l’unica strada realistica e praticabile per riaccendere i motori della nostra economia, per recuperare pienamente la dimensione sociale ed affettiva della nostra vita, per riconquistare le nostre irrinunciabili libertà. È da queste valutazioni, figlie delle indicazioni e delle valutazioni del nostro Comitato tecnico scientifico, che scaturisce la decisione del Governo di confermare fino al 13 di aprile tutte le misure di limitazione delle attività economiche e sociali e degli spostamenti individuali precedentemente adottati».