Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE.

 

Con l’approvazione all’ultimo momento della legge finanziaria del 30 dicembre 2018 n. 145 sono stati prorogati anche per il 2019 i benefici fiscali inerenti i lavori di ristrutturazione edilizia e di risparmio energetico. Nello specifico, si potrà ottenere uno sgravio del 50% per interventi di risanamento per un importo massimo di 96.000 euro per abitazione, da ripartire in 10 uguali rate annuali per lavori di manutenzione straordinaria, risanamento, ristrutturazione e recupero edilizio.

 

Restano anche i bonus mobili (consentito solo se sono già stati avviati lavori di ristrutturazione dell’appartamento in questione) e il bonus verde. La detrazione sarà rispettivamente del 50% per un importo massimo di € 10.000, da ripartire in 10 rate annuali uguali e del 36% per un importo massimo di € 5.000 per appartamento per spese riguardanti giardini, terrazze e balconi.

Per quanto riguarda il risparmio energetico, la percentuale di sgravio varia dal 50% al 65% del costo totale, a seconda dell’intervento eseguito, da ripartirsi sempre in 10 rate annuale di uguale importo:

  • sull’intero edificio: 65% (per condomini fino al 70% o 75%);
  • pompa di calore: 65%;
  • sostituzione del sistema di riscaldamento: 50% o 65% (a seconda del tipo di combustibile);
  • installazione pannelli solari: 65%;
  • impianto fotovoltaico: 50%;
  • sostituzione delle finestre: 50%;
  • schermature solari: 50%.

Va ricordato che, per ottenere le detrazioni, vi è l’obbligo di inviare all’Enea la dichiarazione anche per i lavori di ristrutturazione previsti dall’art. 16-bis DPR 917/86 all’esito dei quali è possibile constatare un effettivo risparmio energetico.