Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE.

 

Attenzione a nuovi tentativi di phishing con false email che sembrano riconducibili all’Agenzia delle Entrate

Attenzione ai tentativi di phishing e alle email che sembrano venire dall’Agenzia delle Entrate. Non sono dell’Agenzia, che non invia mai per posta elettronica comunicazioni con i dati personali dei contribuenti.

L’allerta viene ancora una volta dalle Entrate che denunciano una nuova campagna di phishing con email falsamente attribuibili ai suoi uffici.

Ufficio imposte d’Italia? È phishing

 

Le email, spiega una nota, sembrano riconducibili all’Agenzia delle Entrate ma non lo sono. I messaggi di posta elettronica riportano nell’oggetto la dicitura “L’ufficio delle imposte d’italia ti avvisa del debito” e invitano nel testo a cliccare su un link per prendere visione di una notifica. Sono firmate da una non meglio precisata “Direzione centrale accertamento”.

«Le email non provengono dall’Agenzia, ma costituiscono il tentativo di acquisire informazioni riservate dei destinatari – si legge nella nota – L’Agenzia pertanto se ne dissocia, ne disconosce il contenuto ed invita gli utenti a cestinare immediatamente questi messaggi senza aprire i collegamenti».

Ricorda anche cosa fare per ridurre i rischi per la sicurezza informatica ed evitare danni ai propri pc, tablet e smartphone: verificare sempre preventivamente messaggi provenienti da mittenti sconosciuti, non aprire gli allegati o i collegamenti presenti nelle email se si hanno sospetti sul messaggio e in caso di dubbio cestinare quelli sospetti.

Un’altra precisazione ancora: non vengono mai inviate per posta elettronica comunicazioni contenenti dati personali dei contribuenti; queste sono consultabili esclusivamente nel Cassetto fiscale, accessibile tramite l’area riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate.