Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE.

 

Italia terza peggiore nelle economie avanzate sulla tassazione del lavoro e con un trattamento perfino più penalizzante alle famiglie con figli. Secondo l’indagine Taxing Waves 2019, pubblicata dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, nella Penisola il cuneo fiscale su un lavoratore single è cresciuto di 0,2 punti lo scorso anno, raggiungendo il 47,9 per cento.

 

Si tratta del terzo livello più elevato tra i 36 Stati dell’Ocse (dietro a Belgio e Germania), lo stesso piazzamento del 2017. In Italia, si legge, imposte sul reddito e contributi rappresentano l’85% della tassazione totale sul lavoro, a fronte di 7na media OCSE del 77%.

In tutte le maggiori economie sono previste agevolazioni alle famiglie con figli, ma anche con queste il livello di tassazione in Italia a un lavoratore di un nucleo con figli risulta il secondo più elevato di tutta l’Ocse, con un 39,1 per cento nel 2018 a fronte di una media del 26,6 per cento. E in questo caso la posizione è peggiorata di un gradino.

Le agevolazioni fiscali a lavoratori con figli in Italia corrispondono a 8,8 punti percentuali, rileva l’Ocse nella scheda sulla Penisola, meno della media dei Paesi membri che si attesta a 9,5 punti.