Home

Ultime notizie

Cerca


 


Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE



 
Stampa
 
Stampa

USURA BANCARIA - Accertamento e Risarcimento

 

 
Stampa
 SU RICORSO DELL'UNC, I GIUDICI DI PACE CONDANNANO IL COMUNE AL RIMBORSO DEI CANONI DI DEPURAZIONE
 
Stampa
 DOPO TARSU E TARES ARRIVA LA TARI MA LA MUSICA NON CAMBIA: L'UNIONE CONSUMATORI CALABRIA NON CI STA
 
LA SCATOLA NERA NEGLI OSPEDALI Stampa

In questi anni la sede di Reggio Calabria ha sostenuto diverse battaglie a tutela dei consumatori, conseguendo parecchi traguardi (annullamento delle multe photored, quelle relative alle zone a traffico limitato, il dimezzamento del canone del servizio idrico dal 2005 al 2009, fino alle ultime sentenze favorevoli, per citarne alcune, relative all’annullamento dell’integrazione sul servizio idrico, sui canoni di depurazione, sulla tassa dei consorzi di bonifica, ecc. ecc.

Purtroppo in Italia, gli strumenti legislativi a disposizione delle associazioni di consumatori sono ancora molto limitati e non godono delle ampie aperture in tal senso esistenti in altre realtà geografiche del pianeta, in Italia la decantata class action così come strutturata, è notevolmente ferraginosa e dispendiosa economicamente e conseguentemente non azionabile facilmente.

Nonostante ciò, le associazioni a tutela dei consumatori possiedono notevoli opportunità (basti considerare il vasto campo delle conciliazioni con i concessionari di servizi pubblici), da utilizzare per garantire una efficace difesa dei diritti dei cittadini, non desistendo dal richiedere nuove normative a tutela degli stessi, per fare un esempio oggi si può denunciare un operatore commerciale scorretto, ma non si possono indicare viceversa gli operatori che attuano pratiche commerciali esemplari, sono lacune legislative che limitano le possibilità operative e di intervento delle associazioni di consumatori.

Leggi tutto...
 
RITORNANO LE "CARTELLE PAZZE" E L'ACCANIMENTO TRIBUTARIO DI FINE ANNO: CONSIGLI DELL'UNC CALABRIA Stampa
 Governo, Regioni e Comuni hanno iniziato come ogni fine anno, l’assalto ai cittadini-bancomat, nell’intento di ripianare i conti dei propri bilanci, aggredendo soprattutto le tredicesime mensilità di lavoratori e pensionati.  

IMU, TARI, TASI, Cedolare Secca per gli affitti, Canone RAI, ultima rata del servizio idrico 2014 che peraltro subirà un ulteriore incremento tariffario di circa il 5% nel 2015, sono solo alcune delle tasse che graveranno sui contribuenti e che dovranno essere pagate entro dicembre 2014.

Come se ciò non bastasse, ribadisce l’Avv. Saverio Cuoco, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori Calabria, riemerge puntualmente il fenomeno delle “cartelle pazze” con avvisi di pagamento di bollette relative alla fornitura del servizio idrico, riferite ad anni pregressi, integrazioni del servizio stesso e perfino, in caso di istanze di volturazioni del relativo contratto, viene ancora richiesto il pagamento delle morosità dei precedenti occupanti l’alloggio.

A tale proposito si rammenta che per quanto riguarda la somministrazione del servizio idrico, essa è soggetta a prescrizione quinquennale, mentre per le volturazioni (tranne alcuni casi riferibili a successioni, o altri casi limite), nessun importo per debiti pregressi dovrà essere richiesto ai nuovi intestatari, così come imposto al Comune di Reggio Calabria dall’Autorita’ Garante della Concorrenza e del Mercato con delibera del 26 Giugno 2013, su ricorso dell’UNC Calabria.

Leggi tutto...
 
AVVISO IMPORTANTE AI CONSUMATORI: SCONTRINI A 4,50 EURO Stampa
 Ci giunge segnalazione da parte di alcuni consumatori che hanno effettuato degli acquisti presso un noto esercizio commerciale della città di Reggio Calabria, che per il rilascio del relativo scontrino fiscale con inchiostro indelebile, si farebbe pagare l’astronomica cifra di 4,50 euro.

Inoltre furbescamente non avvisa la spettabile clientela sulla facoltà di richiedere lo scontrino in tale formato (inchiostro indelebile), potendo optare per uno scontrino “normale” e procedere eventualmente a fotocopiarlo prima che si sbiadisca la scrittura, ma lo emette direttamente e ne chiede il corrispettivo al malcapitato acquirente.

Nel ricordare ai consumatori che lo scontrino va accuratamente conservato per poter fare valere la garanzia in caso di prodotto difettoso, denunciamo che tale attività è del tutto arbitraria ed illegittima, ed invitiamo coloro i quali hanno effettuato acquisti presso tale negozio ed hanno dovuto corrispondere euro 4,50 per avere lo scontrino indelebile a segnalarcelo all’indirizzo mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Se ciò dovesse corrispondere a verità, provvederemo a denunciare l’accaduto nelle sedi competenti, ravvisandosi in tale comportamento ipotesi di reato, perseguibili legalmente.     

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Dammi un consiglio!



SERVIZIO GRATUITO


CENTRO DIFESA DEL MALATO

 
 

Iscriviti per le notizie