Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

In caso di decesso dei genitori, i figli che ereditano sono sempre e comunque obbligati a presentare la denuncia di successione e a pagare le relative imposte?

Se chiamati all’eredità sono il coniuge e i discendenti in linea retta (figli, figli di figli etc.), gli stessi sono esonerati dall’obbligo di presentare la denuncia di successione quando nell’asse ereditario non siano caduti immobili o quote immobiliari, ma solo beni mobili (ad esempio denaro o gioielli) per un valore inferiore a € 100.000,00.

Consiglio Nazionale del Notariato

L’Istat ha aggiornato il paniere per il calcolo dell’inflazione. Quest’anno entrano le auto elettriche e ibride, il sushi take away, la consegna dei pasti a domicilio, i trattamenti estetici per uomo

4 Febbraio 2020 Sabrina Bergamini

L’Italia vista da un paniere guarda alla mobilità elettrica e cambia i consumi alimentari, si porta il sushi a casa e si fa consegnare i pasti dai rider dei servizi di consegna a domicilio. L’Italia che cambia, o meglio cambia e aggiorna le sue abitudini di consumo e di spesa, è quella fotografata dall’Istat che oggi ha diffuso l’aggiornamento del paniere usato per la rilevazione dei prezzi al consumo.

Ho sentito che ci sono nuove procedure per pagare il bollo auto, è vero che si può pagare solo tramite l’app PagoPa? In caso contrario dove posso pagarlo?

Con il nuovo anno è stata introdotta una novità che riguarda la modalità di pagamento standardizzata del bollo auto. Si tratta del sistema PagoPa, una nuova procedura predisposta dall’Agenzia delle Entrate, per cui ogni pagamento della tassa sui veicoli a motore avrà un Identificativo Univoco di Versamento, ossia il codice IUV attraverso il quale l’Ente interessato associa il singolo versamento effettuato dall’utente alla richiesta di pagamento.

Tuttavia, il pagamento per il bollo auto potrà essere eseguito tramite i soliti Prestatori di Servizi fisici, come ad esempio: gli Uffici Postali, i punti vendita SISAL, Lottomatica e presso gli sportelli ATM abilitati delle banche. Inoltre, l’utente potrà continuare a pagare il bollo auto attraverso i canali online come l’home Banking o utilizzando lo stesso sito dell’Aci e dell’Agenzia delle entrate.

Autore: Valentina Greco

di Gabriella Lax

Canone Rai, c'è poco tempo per chiedere l'esenzione. Il termine per presentare la richiesta è in procinto di scadere il prossimo 31 gennaio.

Esenzione canone Rai, c'è tempo fino al 31 gennaio

Come è noto, il canone Rai viene pagato ogni anno tramite le bollette dell'energia elettrica. Tuttavia ci sono dei casi di esonero che consentono di non pagare il canone. Chi non ha la televisione e vuole chieder l'esenzione per il pagamento ha solo pochi giorni per farlo poiché il termine per presentare la richiesta è fissato al prossimo 31 gennaio. La domanda ha un anno di validità appena e quindi occorre ripresentare la richiesta di volta in volta. Questo vuol dire che l'istanza andrà presentata nuovamente entro fine mese anche da chi già aveva ottenuto l'esonero per il 2019. Dunque va fatta alle Entrate la comunicazione di non detenzione di un apparecchio tv in modo da evitare l'addebito del relativo canone nella bolletta di utenza elettrica.

Tra i soggetti interessati dall’obbligo dello scontrino elettronico, oltre ai commercianti, rientrano quelli che attualmente emettono ricevute fiscali (artigiani, alberghi, ristoranti, ecc.)

Elena Leoparco

Parte da oggi l’era dello scontrino elettronico. L’obbligo, già scattato dal 1° luglio 2019 per coloro che nel 2018 avevano generato un volume d’affari superiore a 400.000 euro, da oggi viene esteso a tutti gli altri operatori economici.

Tra i soggetti interessati, oltre ai commercianti, rientrano quelli che attualmente emettono ricevute fiscali (artigiani, alberghi, ristoranti, ecc.).

Sono esonerate dall’obbligo di memorizzazione elettronica le operazioni individuate dal Dm 10 maggio 2019.

di Lucia Izzo

La manovra di Bilancio 2020 ha riformato la riscossione degli enti locali. Tra le novità emerge, in particolare, l'introduzione anche per gli enti locali del c.d.accertamento esecutivo, sulla falsariga di quanto già previsto per le entrate erariali (cd. ruolo), che consente di emettere un unico atto di accertamento avente in sé tutti gli elementi per costituire titolo idoneo all'esecuzione forzata.

Nel dettaglio, qualora gli enti locali affidino la riscossione delle proprie entrate all'agente della riscossione, si applicheranno esclusivamente le disposizioni sull'accertamento esecutivo previste dal comma 792 della legge di bilancio.

di Gabriella Lax

Per il canone Rai 2020, sale la soglia per l'esenzione. A stabilirlo il ministro dell'Economia e delle finanze di concerto con il ministro dello Sviluppo economico, con un decreto del 24 ottobre scorso, pubblicato in Gazzetta, a suggellarne l'ufficialità, il 27 dicembre.

  1. 1. Esenzione canone Rai: sale la soglia

Il decreto stabilisce di ampliare fino ad 8000 euro la soglia reddituale (prevista dall'art. 1, comma 132 della legge 24 dicembre 2007, n. 244), per l'esenzione del pagamento del canone di abbonamento televisivo in favore dei soggetti di età pari o superiore a settantacinque anni.