Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Tra i soggetti interessati dall’obbligo dello scontrino elettronico, oltre ai commercianti, rientrano quelli che attualmente emettono ricevute fiscali (artigiani, alberghi, ristoranti, ecc.)

Elena Leoparco

Parte da oggi l’era dello scontrino elettronico. L’obbligo, già scattato dal 1° luglio 2019 per coloro che nel 2018 avevano generato un volume d’affari superiore a 400.000 euro, da oggi viene esteso a tutti gli altri operatori economici.

Tra i soggetti interessati, oltre ai commercianti, rientrano quelli che attualmente emettono ricevute fiscali (artigiani, alberghi, ristoranti, ecc.).

Sono esonerate dall’obbligo di memorizzazione elettronica le operazioni individuate dal Dm 10 maggio 2019.

di Lucia Izzo

La manovra di Bilancio 2020 ha riformato la riscossione degli enti locali. Tra le novità emerge, in particolare, l'introduzione anche per gli enti locali del c.d.accertamento esecutivo, sulla falsariga di quanto già previsto per le entrate erariali (cd. ruolo), che consente di emettere un unico atto di accertamento avente in sé tutti gli elementi per costituire titolo idoneo all'esecuzione forzata.

Nel dettaglio, qualora gli enti locali affidino la riscossione delle proprie entrate all'agente della riscossione, si applicheranno esclusivamente le disposizioni sull'accertamento esecutivo previste dal comma 792 della legge di bilancio.

di Gabriella Lax

Per il canone Rai 2020, sale la soglia per l'esenzione. A stabilirlo il ministro dell'Economia e delle finanze di concerto con il ministro dello Sviluppo economico, con un decreto del 24 ottobre scorso, pubblicato in Gazzetta, a suggellarne l'ufficialità, il 27 dicembre.

  1. 1. Esenzione canone Rai: sale la soglia

Il decreto stabilisce di ampliare fino ad 8000 euro la soglia reddituale (prevista dall'art. 1, comma 132 della legge 24 dicembre 2007, n. 244), per l'esenzione del pagamento del canone di abbonamento televisivo in favore dei soggetti di età pari o superiore a settantacinque anni.

di Gabriella Lax

Per lo scontrino elettronico è iniziato il conto alla rovescia. Mancano pochi giorni al primo gennaio, data dell'entrata in vigore dell'obbligo di trasmissione online dei corrispettivi. Per l'occasione l'Agenzia delle Entrate ha redatto una guida ad hoc (sotto allegata).

  1. 1. Obbligo dello scontrino elettronico per tutti

L'obbligo dello scontrino dal prossimo primo gennaio sarà dunque esteso a tutti gli operatori. Cosa significa? La prima parte della norma era entrata in vigore da luglio, adesso anche le imprese con fatturato inferiore ai 400 mila euro saranno tenute alla trasmissione telematica dei corrispettivi all'Agenzia delle entrate. In sintesi, al cliente tramite una procedura telematica, verrà rilasciato un documento commerciale, ossia uno scontrino che non ha valenza fiscale.

di Lucia Izzo

Gli utenti domestici in condizioni economico-sociali disagiate potranno accedere a condizioni tariffarie agevolate alla fornitura del servizio di gestione integrato dei rifiuti urbani e assimilati. Lo prevede l'art. 57-bis del D.L. 124/2019 (c.d. decreto fiscale 2020), convertito in legge, che reca modifiche alla disciplina della TARI e introduce un bonus sociale rifiuti (bonus Tari 2020).

Il bonus sociale Tari 2020

di Lucia Izzo

Dal prossimo anno cambiano le modalità di pagamento della tassa automobilistica regionale, nota come "bollo auto".

Cos'è il bollo auto

Si tratta della tassa sulla proprietà del veicolo (e non sulla sua circolazione), un tributo locale che i proprietari di autoveicoli e i motoveicoli immatricolati in Italia devono versare a prescindere dall'effettivo utilizzo del mezzo.

A seguito della conversione in legge del decreto fiscale 2020 vengono dunque approvate alcune misure importanti che avranno ripercussioni a partire dal prossimo anno sui contribuenti.

Dal 1° gennaio 2020 la detraibilità del 19% dall’Irpef sarà possibile soltanto nel caso di pagamento delle spese con bonifico bancario o postale ovvero mediante altri sistemi di pagamento tracciabili.

L’acquisto di medicinali e di dispositivi medici come protesi sanitarie potrà avvenire in contanti, così come il pagamento di prestazioni rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.