Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Tempo di dichiarazione dei redditi, precompilata e non solo. Ma cosa fare se, dopo aver inviato il modello 730, vi rendete conto di un errore? Nessun problema. Basta seguire le indicazioni fornite dall'Agenzia delle Entrate, attraverso la sezione 'Domande e risposte' sulla guida on line.

Tra le detrazioni fiscali presenti nella dichiarazione dei redditi, particolare attenzione va riservata alla detrazione relativa alle spese mediche/sanitarie.

La detrazione di tali spese è ammessa anche per quelle sostenute nell’interesse dei familiari fiscalmente a carico e, in alcuni casi, nell’interesse di familiari non a carico (spese sanitarie per patologie che danno diritto all’esenzione dal ticket sanitario).

Dall'Iva alle tasse di registrazione, dal bollo ai pedaggi alle accise, l'Italia è ai primi posti nell'Ue a 15 paesi per carico fiscale sull'auto con 73 mld nel 2016, preceduta dalla Francia (73,5 mld) e dalla Germania che sta in cima al podio con 90,5 mld. E' quanto emerge dall'ultima Tax Guide 2018 pubblicata dall'Acea, l'associazione dell'industria automobilista europea. In totale la tassazione sulle auto nei paesi europei esaminati ammonta a 413 mld di euro, tre volte il bilancio comunitario, e in salita del 4% rispetto all'anno precedente.

Il reddito medio degli italiani ha attraversato la crisi crescendo poco più di 2.000 euro in 8 anni. Nel 2008 era di 18.870 euro; nel 2016 si è attestato a 20.940 euro, con un incremento medio dell'11%. Una crescita registrata in presenza di un significativo calo del numero delle dichiarazioni dei redditi presentate. Nel periodo considerato il numero dei contribuenti che fa i conti con il fisco è sceso di oltre un milione (-1,2 mln), passando da 41,5 milioni a 40,3 milioni (-2,9%).

La 'mappa del fisco locale' in Italia parla di aliquote pesantissime in sette città del nostro Paese. Secondo un'indagine del Centro studi di Unimpresa, infatti, Roma, Torino, Napoli, Genova, Bologna, Ancona e Campobasso sono le città "più tassate" d'Italia. Sono, rilevano gli analisti dell'associazione, i capoluoghi di regione con le aliquote fiscali più alte relative a Irap, Irpef, Imu e Tasi.

In quale misura i Comuni sono legittimati a richiedere il pagamento della Tari? E quali criteri utilizzano per la determinazione delle tariffe da applicare al tributo in esame? Questi sono interrogativi che molto spesso affliggono i possessori di immobili, soprattutto se questi sono destinati ad usi commerciali o produttivi.

Dal prossimo 16 aprile i cittadini potranno visualizzare via web la propria dichiarazione e consultare l’elenco di tutte le informazioni che il Fisco ha utilizzato per consegnare un modello già compilato. Quest’anno, spiega l'Agenzia delle Entrate, con l’ingresso di asili nido, si arricchisce ancora di più il paniere dei dati a disposizione che superano quota 925 milioni, con un incremento del 3,5% rispetto a quelli inseriti lo scorso anno. A partire dal 2 maggio sarà possibile accettare, modificare e inviare il 730 oppure modificare il modello Redditi, che, invece, potrà essere trasmesso dal 10 maggio.