Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

 

CONCORMEDIAè unorganismo privato di mediazione:

-con sede nazionale in Roma, ora presente anche a Reggio Calabria,è ubicato in Piazza S. Anna presso i locali dell’Unione Nazionale Consumatori;èiscritto presso il Ministero della Giustizia al n. 137 del registro degli Organismi deputati a gestire i procedimenti di mediazione in materia civile e commerciale;

-è ancheEnte Formatoreiscritto presso il Ministero della Giustizia al n. 158 del registro degli enti di formazione abilitati a tenere corsi di formazione e/o di aggiornamento per mediatori professionisti;

-     mediazioni anche on-linein videoconferenza (accessibile, tramite computer con collegamento internet e webcam, previa assegnazione da parte di CONCORMEDIA di una password riservata e personale valida per la singola procedura) che permette al legale di partecipare alla mediazione direttamente dal proprio studio, con eventuale assistenza tecnica e senza oneri aggiuntivi;
-     incontridi mediazione fissati il  pomeriggioo differiti ad altra data da concordare;

  

Attiva la mediazione in maniera semplice e veloce…
seguendo tre semplici passi

- Scarica il modulo di domanda e compilalo 
facendo attenzione all’indicazione corretta di tutti i recapiti della controparte (indirizzo, e-mail, telefono, fax, etc…).

Effettua il versamento di € 40,00

al momento in cui viene depositata l’istanza, o la parte invitata aderisce alla mediazione, devono essere corrisposte le spese di avvio del procedimento pari ad € 40 oltre IVA.

Il pagamento potrà essere effettuato in denaro contante presso la sede Concormedia di Reggio Calabria fino al limite stabilito normativamente ai fini della tracciabilità, di euro 3.000.

- Firma e spedisci l’istanza
la domanda può essere firmata dalla parte o dal difensore munito di procura, ed inviata a Concormedia con ogni mezzo idoneo:

  • per posta, in Piazza S.Anna snc, 89128 Reggio Calabria
  • PEC; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Fax, allo 0965/899904
  • o consegnata presso la sede di Reggio Calabria

Agevolazioni economiche per le parti

In caso di successo della mediazione lo Stato riconosce un credito d’imposta commisurato all’indennità stessa, fino a concorrenza di 500 euro. In caso di insuccesso della mediazione, il credito d’imposta è ridotto della metà (art. 20 D.Lgs. 4 marzo 2010 n. 28).

NB: L’indennità pagata,  fino ad un massimo di € 500, viene quindi totalmente recuperata detraendo dalle tasse da pagare l’importo corrisposto per la procedura di mediazione

----------------------------------

 Piazza S. Anna snc,89128 Reggio Calabria

Referenti: Dott. Federico Cuoco cell. 340 3393265 - Fax 0965 899904  

www.uniconsum.it,   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Attachments:
Download this file (modello-domanda-di-mediazione compilabile a video.pdf)Modello di domanda di mediazione compilabile a video [ ]424 kB2016-05-24 14:54
Download this file (modello-domanda-di-mediazione1.pdf)Modello di domanda di mediazione[ ]85 kB2016-05-24 14:54
Download this file (Tariffe promozionali 2017.pdf)Tariffe promozionali 2017.pdf[ ]281 kB2017-01-03 13:53

TARIFFE PROMOZIONALI  

 


Al fine di consentire senza alcuna discriminazione alle fasce deboli, l’accesso ad una giustizia divenuta sempre più cara e di fatto inaccessibile a gran parte dei cittadini, l’organismo di mediazione CONCORMEDIA continuerà ad applicare le tariffe promozionali* inferiori non solo a quelle ministeriali, ma a tutti gli altri organismi di mediazione.


Modalità di pagamento

Il pagamento potrà essere effettuato in denaro contante presso la sede Concormedia di Reggio Calabria fino al limite stabilito normativamente ai fini della tracciabilità, di euro 3.000.


*In caso di mancato pagamento entro 15 giorni dalla richiesta,, saranno applicate le tariffe ministeriali.


 

Attachments:
Download this file (Tariffe promozionali 2017.pdf)Tariffe promozionali 2017.pdf[ ]281 kB2017-01-03 13:52
 di Nadia Fusar Poli 

Dal prossimo 21 settembre torna la mediazione civile obbligatoria, riesumata dal decreto "del fare" emanato dal Governo Letta. Già sperimentata tra il 2011 e il 2012 prima dello stop della consulta, che ne aveva bocciato l'obbligatorietà nei processi civili, si configura quale strumento per recuperare terreno rispetto alla crescita delle controversie giudiziarie e alle cause rimaste irrisolte, e per colmare i gap dovuti ai ritardi accumulati per la lunghezza dei processi. L'obiettivo dovrebbe essere quello di sveltire i tempi decisionali in materia di contenzioso, sempre che si riesca, considerata l'ostilità e l'opposizione di gran parte dell'avvocatura. Dunque, fra pochi giorni e dopo tante discussioni e polemiche, l'istituto della mediazione tornerà ufficialmente in pista: ma con quali novità? 

 Nel ripristinare la mediazione civile obbligatoria, il Governo ha intesto accogliere le proposte che erano state avanzate dall’avvocatura. Ecco quindi le diversità della nuova mediazione rispetto a quella che, invece, lo scorso ottobre, la Consulta aveva dichiarato incostituzionale. In primis, non rientreranno nella mediazione obbligatoria le liti relative ai danni da circolazione stradale. Restano confermate invece le altre materia, dal condominio alle successioni.

Sono quindi comprese le cause relative a condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante da responsabilità medica e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari.

Viene, altresì, introdotta una mediazione prescritta dal giudice, che opera fuori dai casi della mediazione obbligatoria preventiva, e sempre per quanto attiene ai diritti disponibili. Si tratta di una mediazione “endoprocessuale”, da parte del giudice che deve formulare una sua proposta transattiva: la parte che rifiuta senza motivo si espone al rischio di eventuali responsabilità processuali in quanto il suo rifiuto della proposta costituisce comportamento valutabile ai fini del giudizio.

Concormedia S.r.l. è un organismo privato di mediazione, iscritto presso il Ministero della Giustizia al n. 137 del registro degli organismi deputati a gestire i procedimenti di mediazione in materia civile e commerciale, anche ai sensi del D.lgs. 28/2010 e del D.M. 180/2010.
L'Organismo amministra tutte le mediazioni vertenti su diritti c.d. "disponibili" sia in forma tradizionale, mediante l'incontro delle parti, sia attraverso un moderno sistema di gestione ON LINE delle mediazioni, accessibile a chiunque possieda un computer con collegamento internet ed una webcam.