Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Ok dell'Europa all'ultimo step per il nuovo Codice delle telecomunicazioni che opera un restyling di tutto il sistema, gettando le basi per gli investimenti nel 5G e adottando diverse misure a tutela dei consumatori a partire dal tetto massimo dei costi per le chiamate internazionali effettuate in tutti i paesi Ue.

Nei giorni scorsi, i ministri dei 28 hanno dato ok definitivo all'accordo raggiunto a giugno e a cui il Parlamento Ue ha dato il via libera a metà novembre (leggi Chiamate in Europa non più di 19 centesimi).

 

Le nuove norme saranno pubblicate sulla Gazzetta ufficiale Ue lunedì 17 dicembre ed entreranno in vigore il 20. I tagli ai costi delle chiamate invece saranno operativi dal 15 maggio.

Tetto chiamate internazionali a 19 centesimi

Tra le principali novità rileva il taglio dei costi delle chiamate internazionali all'interno dei paesi Ue che non potranno costare più di 19 centesimi al minuto (6 centesimi per gli sms).

I tetti saranno applicabili a partire dal 15 maggio 2019.

Il nuovo codice prevede anche maggiori tutele per i consumatori per recessi e modifica degli abbonamenti tv-telefono-internet. E interviene sul web ultraveloce e in particolare sullo sviluppo del 5G, con sostegni agli investimenti nella banda larga ultraveloce secondo il modello 'OpenFiber'.