Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Il Ministero dello Sviluppo Economico, Direzione generale per il mercato, la concorrenza, il consumatore, Dipartimento Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti (organismo che raggruppa tutte le associazioni rappresentative dei consumatori legalmente riconosciute), nella riunione del 07 Maggio 2009 ha designato l’Avv. Saverio Cuoco, Presidente Regionale dell’Unione Nazionale Consumatori Calabria, quale componente dell’Osservatorio Regionale sul Credito istituito presso la Prefettura di Catanzaro, in rappresentanza dei consumatori della Regione Calabria.
Gli osservatori anti crisi, sono stati istituiti dal decreto legge n.185/2008 (Misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione ecc.) il cui articolo 12 stabilisce, al comma 6, che il ministro dell'Economia e delle Finanze riferisce periodicamente al Parlamento sull'evoluzione del finanziamento all'economia e prevede, ai fini del monitoraggio, la creazione di 'Speciali Osservatori' presso le prefetture capoluogo di Regione.
Gli Osservatori prendono in esame l'andamento del credito a famiglie e a imprese.
In questo quadro, le prefetture non sono più soggetti che raccolgono dati statistici ma diventano luoghi di risoluzione di controversie e di monitoraggio delle specifiche criticità che emergono a livello locale sulla base di istanze presentate dalle famiglie e dalle imprese.
La procedura dei reclami viene attivata secondo il seguente schema:
 
- Il cliente trasmette il modulo di richiesta per l'esame della controversia.
- Viene utilizzato esclusivamente un modulo on-line
- Il modulo viene trasmesso ad un indirizzo di posta elettronica attivo presso le prefetture;
- il Prefetto raccoglie le istanze classificandole per banca e per tipologia di clientela;
- il Prefetto scrive alle banche interessate inviando le pratiche di competenza e suggerendo un'istruttoria a livello di divisione regionale (o nazionale a seconda dell'organizzazione della singola banca);
- entro un tempo congruo la banca fornisce una risposta al cliente e ne informa il Prefetto.
 
In estrema sintesi, si tratta di un meccanismo che stimola ad una riesamina del caso ad un livello più elevato della struttura gerarchica della banca che nella maggioranza dei casi fino ad oggi, rigettava i reclami dopo attivazione di meccanismi farraginosi.
Dopo la riunione dell'Osservatorio, il Prefetto invia una relazione all'Osservatorio nazionale costituito presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze.
Ogni prefetto, pertanto, dovrà raccogliere, in modo riservato, le istanze e i reclami dei clienti delle banche che si ritengano danneggiati dagli istituti bancari nell’erogazione del credito. Le istanze di reclamo dovranno essere redatte su moduli disponibili rispettivamente per le famiglie e imprese, sui siti istituzionali www.interno.it e www.tesoro.it o sul sito dell’Unione Nazionale Consumatori Calabria www.uniconsum.it alla pagina “Osservatorio Regionale sul Credito” trasmesse per posta ordinaria o agli indirizzi di posta elettronica delle prefetture competenti che in Calabria sono i seguenti:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
specialiQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
specialiQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Avviata l’istruttoria, sarà la banca che fornirà la risposta diretta al cliente, avvisando mensilmente il prefetto, sugli esiti delle istanze. Al termine dell’istruttoria, i dati e le informazioni saranno distrutti e conservate in forma anonima per essere utilizzate solo come “input informativo”.
Gli Osservatori regionali sono presieduti e coordinati dal prefetto del capoluogo di regione e operano con il supporto tecnico amministrativo delle Direzioni territoriali dell'economia e delle finanze.
Ogni Osservatorio è composto, inoltre, dai prefetti delle altre province regionali, dal dirigente della Direzione territoriale dell'economia e delle finanze, dal presidente della Camera di commercio del capoluogo di regione, da un rappresentante dell'Associazione Bancaria Italiana (Abi), dai rappresentanti delle categorie di impresa e dei lavoratori, nonchè da rappresentanti delle associazioni dei consumatori.
Alle riunioni dell'organismo sono invitati a partecipare anche il presidente della Regione, i rappresentanti delle autonomie locali designati dall'Associazione nazionale comuni italiani, dall'Unione province italiane e dall'Unione nazionale comuni, comunità, enti montani.
Partecipano, inoltre, il comandante regionale della Guardia di Finanza e il direttore della filiale della Banca d'Italia del capoluogo di regione.
Gli Osservatori regionali presso le prefetture si rapportano con l'Osservatorio nazionale sul monitoraggio degli interventi anti crisi presso il ministero dell'Economia e delle Finanze, inviando trimestralmente un rapporto sui dati del finanziamento all'economia locale, sulle criticità emerse e sulle eventuali soluzioni proposte.
L'Osservatorio nazionale, istituito proprio per monitorare lo stato d'attuazione delle norme anti-crisi e garantire la coerenza tra gli interventi, ha, tra gli altri, il compito di analizzare l'andamento del mercato del credito e individuare eventuali 'strozzature' negli iter amministrativi per l'applicazione delle misure economiche a famiglie e imprese.


Scarica i modelli da inviare tramite e-mail